Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Serie A – Milan : Anno nuovo, vecchio Ibra

29 luglio 2011 2.094 views Nessun Commento

Nonostante il quarto posto nell’Audi Cup, in casa Milan c’è comunque qualche buon motivo per essere fiduciosi in vista del primo impegno stagionale in quel di Pechino. Oltre alle buone prestazioni di Abbiati (assoluto protagonista contro il Bayern Monaco), Pato e Robinho c’è da segnalare, senza ombra di dubbio, lo stato di forma di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedesone, che si è presentato a Milanello una settimana dopo gli altri, è già il più in forma dei giocatori rossoneri dopo appena 3 partite giocate.
Alla prima del nuovo anno, Ibra si è presentato con un nuovo look ma con la stessa vecchia voglia di trascinare la squadra alla vittoria. Nel 12-0 alla Solbiatese, l’attaccante di Malmoe, oltre ad aver siglato due reti e regalato qualche assist, si è anche messo in mostra per qualche “cazziatina” verso il giovane Valoti.
Contro il Bayern Monaco, test molto più duro che contro i dilettanti di Solbiate, Ibrahimovic ha impiegato solo 3’ per abbattere il muro della difesa tedesca. Lancio in profondità di Bonera per Zlatan, che dopo aver controllato il pallone, batte Neuer con un perfetto diagonale. Altra partita ma stesso copione anche con i brasiliani dell’Internacional di Porto Alegre. Bastano infatti ancora 3’ allo svedese per gonfiare la rete avversaria. Robinho dialoga con Seedorf sull’esterno e piazza una gran palla in area per Ibra, che con un sontuoso colpo di tacco non da scampo al portiere Renan. Non ancora sazio, nella ripresa il numero 11 rossonero ha anche partecipato al goal del compagno di reparto Pato, regalando un pallone d’oro all’assist man Robinho.
Insomma, se in vista di Pechino c’è ancora qualcosa da rivedere (le condizioni fisiche di alcuni giocatori come Boateng o Cassano), Allegri ha comunque già qualcosa per essere più che tranquillo. Ibrahimovic sta bene, è motivato ed ha tutta l’intenzione di strappare la Supercoppa Italiana dalle mani dei suoi vecchi compagni nerazzurri. Se l’obiettivo sarà raggiunto il mirino dello svedese si sposterà verso un’altro traguardo, forse ancora più prestigioso di una semplice Supercoppa; quella Champions League che ancora manca nella bacheca di un vincente come Zlatan Ibrahimovic.

A cura di Damiano Boccalini

Commenti chiusi.