Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Senza categoria

Europa League : Sorteggio agrodolce per le italiane

26 agosto 2011 2.408 views Nessun Commento

( Di Antonio Cupparo) Per un calcio italiano in fase calante, con solo due squadre in Europa League, ci penseranno Lazio e Udinese a difendere i nostri colori, con abbinamenti più o meno favorevoli

Per le nostre italiane è stato sventato l’abbinamento con le squadre inglesi, che alla vigilia destava più di una preoccupazione, ma comunque ne sono venuti due gironi, tra cui quello dell’Udinese, veramente equilibrati, con gli uomini di Guidolin che dopo l’eliminazione da parte dell’Arsenal hanno pescato un’altra big, sicuramente la migliore insieme al Tottenham tra le teste di serie:

FALCAO PASSATO ALL'ATLETICO PER 40 MLN

l‘Atletico Madrid che con molta probabilità non avrà tra le sue fila Forlan (in queste ore il passaggio all’Inter sarà ufficiale), bensì il miglior giocatore dell’ultimo torneo, Radamel Falcao pagato più di 40 mln di euro, dai campioni uscenti del Porto.Squadra quella spagnola ancora da costruire, soprattutto dopo la partenza di “El Kun” Aguero accasatosi al City di Mancini, ma che ha in rosa calciatori di livello internazionale: oltre a Falcao, ha come bocce di fuoco Adrian Lopez, recente capocannoniere con le Furie Rosse agli europei under 21, l’ex madridista Reyes, ala che se in giornata può far secca qualsiasi difesa. In mezzo al campo, con un occhio al calciomercato, per vedere se arrivi qualche rinforzo (Diego dal Wolfsburg?) troviamo il duo brasiliano Paulo Assuncao-Elias con in alternativa il veterano Raul Garcia, mentre desta curiosità l’ingaggio del nazionale turco Arda Turan, prelevato dal Galatasaray. La difesa ha trovato nel brasiliano Miranda il leader che cercava: l’ex Sao Paulo era il desiderio di diverse squadre italiane, e alla fine si è accasto ai Colchoneros dove andrà a far coppia con l’esperto colombiano Perea. L’acquisto di Silvio dal Braga è stato sottovalutato dai media, ma chi ha seguito l’Europa League lo scorso anno (e anche la Liga Sagres) ha notato come il terzino portoghese sia stato per rendimento il migliore in assoluto. La partenza di De Gea direzione Manchester (United), ha di fatto richiamato alla base Sergio Asenjo, che quando all’epoca era stato acquistato dal Valladolid era il numero uno del team, prima dell’esplosione appunto di De Gea. Cerezo, il presidente dei Colchoneros ha acquistato un’altro portiere, l’enfant prodige belga Courtouis, in realtà di proprietà del Chelsea, che lo ha parcheggiato nella capitale iberica, sponda Atletico.

M'VILA DEL RENNES

Per l’Udinese ci sarà da combattere anche lo spauracchio francese del Rennes, squadra che soprattutto in casa, grazie al calore dei suoi tifosi, può essere un incognita ma sicuro è da prendere con le molle: allenata da Frederic Antonetti, la compagine rossonera ha nel suo roster diversi calciatori usciti dal “centre de formation” celebre per aver fatto uscire diversi calciatori affermati, tra cui Reveillere,Lassisi,Wiltord,Silvestre e Dabo, e che ha avuto in passato anche un portiere adesso tra i migliori al mondo come Piotr Cech, e Yoan Gourcuff, che il Milan soffiò ai rossoneri proprio quando era un giovanotto. Oggi a mio avviso la star del squadra è senza dubbio Yann M’Vila, mediano che ha già diverse presenze in nazionale, e che ha futuro non troppo lontano in una top-team. La linea arretrata è comandata dal figlio d’arte Kana Biyik, un vero e proprio prospetto (22 anni) dotato di un gran fisico, che farà coppia verosimilmente con il Mavinga, e ai lati ci saranno Danze sulla destra e Catherine sulla sinistra, in un 4-2-3-1 che ha nel mezzo il duo M’Vila-Doumbia che avranno il compito di coprire le avanzate sulla destra del velocissimo Pitroipa, e a sinistra Boukari che insieme  a Feret riforniranno l’unica punta che sarà con molta probabilità il colombiano Victor Montano, da non confondersi con il suo omonimo transitato a Parma stagioni fa. Altri elementi di buon valore del Rennes, che potrebbero entrare nella formazione tipo troviamo di sicuro l’ala Abdul Camara, e l’ex interista Stephane Dalmat, ex gran talento che non si è espresso quanto si aspettava nella sua carriera.

La squadra svizzera del Sion, ha nella sua rosa una vera e propria multinazionale, avendo la maggior parte calciatori che sono sono elvetici. Di nome altisonanti della squadra guidata dal francese Roussey, ce ne sarebbero pochi. Da menzionare la punta Romano Sion e il trequartista franco-senegalese Feindouno. In mezzo al campo c’è l’ex blaugrana Gabri, ormai 32enne che ha nel suo attivo un periodo con l’Ajax, e in ultimo l’esperienza in Qatar.

HELDER POSTIGA PUNTA DELLO SPORTING

Per la Lazio è capitata come avversario della prima urna, lo Sporting Lisbona, formazione lusitana, dal nome glorioso (dalla maglia stupenda stile Celtic) che in questi anni ha perso lo smalto dei vecchi tempi, in una Liga Sagres, che per anni si giocava il titolo all’altra formazione di Lisbona il Benfica, e il Porto) e che da un paio di anni ha visto la crescita dello Sporting Braga, finalista lo scorso anno in EPL contro i connazionali del Porto. Squadra quella dello Sporting che ha iniziato il campionato con due pareggi deludenti, contro Olhanense e Nacional, mostrando molti limiti in difesa. Retroguardia di solito composta a 4 con Joao Pereira ed il peruviano Evaldo sugli esterni, e la coppia centrale Anderson Polga e l’altro peruviano Alberto Rodriguez. In rosa ci sarebbe pure quel Daniel Carrico, uno dei migliori talenti portoghesi attuali. In mezzo al campo e in avanti c’è stata una rivoluzione totale con nuovi acquisti inseriti ognuno in un ruolo: dalla Spagna sono state ingaggiate le ali Jeffren e Capel, mentre sulla mediana c’è  l’italo-argentino Fabian Rinaudo, acquistato dal Gimnasia Esgrima, un vero rubapalloni, fastidioso soprattutto per i fantasisti avversari, che avrà ai suoi fianchi il mancino Schars da una parte e il regolare brasiliano Andre Santos. In attacco la punta di riferimento sarà come molta probabilità Helder Postiga, che probabile si alternerà con l’olandese acquistato dall’Utrecht Van Wolfsfinkel, da tutti considerato l’erede di Van Nistelrooj. In rosa ci sarebbe pure una nostra vecchia conoscenza come Valerj Bojinov, che se non fosse per vari infortuni, sarebbe un attaccante (o seconda punta) di ottimo livello, e Yannick Djalo, giustiziere della Juventus nell’amichevole estiva svoltasi negli Usa. Il tutto sotto la guida di mister Paciencia, autore del miracolo Braga.

UNA NOSTRA VECCHIA CONOSCENZA AL VASLOUI: ADAILTON

Le altre squadre che la Lazio affronterà nel suo girone D sono gli svizzeri dello Zurigo, che più o meno hanno lo stesso valore del Sion, e i rumeni del Vasloui. Lo Zurigo, che ha per mio modesto avviso uno dei più belli stadi del mondo, per come si vede il match l’abbiamo visto perdere contro il Bayern Monaco nei preliminari di Champions, e hanno come nomi da seguire il duo tunisino Chermiti-Chiktaoui, mentre da seguire l’ala sinistra Djuric. I rumeni del Vasloui con molta probabilità avranno molte difficoltà a qualificarsi, e anzi probabilmente saranno la cenerentola del girone. Hanno eliminato nei preliminari un pò a sorpresa i cechi dello Sparta Praga, e hanno ,vedendo la rosa, tra le loro fila il brasiliano Adailton, che noi italiani conosciamo benissimo. A parte l’ex Parma,Verona,Genoa e Bologna, non vediamo altri elementi che possono essere menzionati come giocatori che possano mettere in difficoltà la squadra di Reja.

  • Ecco la composizione dei gironi sorteggiati di Europa League

GRUPPO A – Tottenham (Ing), Rubin Kazan (Rus), Paok Salonicco (Gre), Shamrock Rovers (Irl)

GRUPPO B – Copenaghen (Dan), Standard Liegi (Bel), Hannover 96 (Ger), Vorksla (Ucr)

GRUPPO C – PSV Eindhoven (Ola), Hapoel Tel Aviv (Isr), Rapid Bucarest (Rom), Legia Varsavia (Pol)

GRUPPO D – Sporting Lisbona (Por), LAZIO (Ita), Zurigo (Svi), Vaslui (Rom)

GRUPPO E – Dinamo Kiev (Ucr), Besiktas (Tur), Stoke City (Ing), Maccabi Tel-Aviv (Isr)

GRUPPO F – Paris Saint-Germain (Fra), Athletic Bilbao (Spa), Salisburgo (Aut), Slovan Bratislava (Cek)

GRUPPO G – AZ Alkmaar (Ola), Metalist Kharkiv (Ucr), Austria Vienna (Aut), Malmoe (Sve)

GRUPPO H – Sporting Braga (Por), Bruges (Bel), Birmingham (Ing), Maribor (Slo)

GRUPPO I – Atletico Madrid (Spa), UDINESE (Ita), Rennes (Fra), Sion (Svi)

GRUPPO J – Schalke04 (Ger), Steaua Bucarest (Rom), Maccabi Haifa (Isr), AEK Larnaca (Cip)

GRUPPO K – FC Twente (Ola), Fulham (Ing), Odense (Dan), Wisla Cracovia (Pol)

GRUPPO L – Anderlecht (Bel), AEK Atene (Gre), Lokomotiv Mosca (Rus), Sturm Graz (Aut)

Commenti chiusi.