Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Le pagelle di Milan-Viktoria Plzen: Ibra factotum, Thiago Silva imperioso. Il migliore dei cechi è…Cech

28 settembre 2011 1.207 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Ci voleva lui, Zlatan Ibrahimovic, per risollevare le sorti di un Milan un po’ spento. Lo svedesone di Malmoe fa tutto: dirige, ispira, segna. Il miglior rossonero in campo, assieme al solito Thiago Silva, autentico mostro difensivo. Sottotono Seedorf, ancora una volta grigie le prestazioni di Nocerino ed Emanuelson. Tra gli ospiti spicca il portiere Cech, autore di un miracolo sensazionale su Ibra al 32′. Bene anche Bystron, Limbersky e capitan Horvath. Ingenuo (e insufficiente) il centrale Cisovsky.

PAGELLE MILAN

CHRISTIAN ABBIATI 6,5
Salva il risultato in avvio con un bell’intervento su colpo di testa di Bakos.

IGNAZIO ABATE 6
Soffre inizialmente l’imprevedibilità di Pilar. Poi si rianima e controlla (dall’87′ MATTIA DE SCIGLIO S.V.).

ALESSANDRO NESTA 6
Parte bene, sfoderando alcuni interventi di classe cristallina. Bada al sodo.

THIAGO SILVA 7
Vive uno momento di forma straripante. Domina su ogni avversario, fa quel che vuole e si concede il lusso di qualche scampagnata offensiva. Difensore superbo.

LUCA ANTONINI 6
Bel duello col pungente Petrzela. Non perde la concentrazione e fa il suo (dal 78′ TAYE TAIWO S.V.).

ANTONIO NOCERINO 5,5
E’ un progetto di nuovo Gattuso, ma non ha ancora lo spessore e la presenza in campo del buon Ringhio. Gira un po’ a vuoto.

MARK VAN BOMMEL 6
Lento è lento. Ma anche efficace in fase di rottura. Cresce col passare dei minuti.

CLARENCE SEEDORF 5,5
Grigio nel primo tempo, sale di tono nella ripresa. Esce tra gli applausi (dal 70′ ALBERTO AQUILANI S.V.).

URBY EMANUELSON 5,5
Continua a non essere carne né pesce. Si sdoppia in più ruoli senza incidere.

ZLATAN IBRAHIMOVIC 7
Fa tutto lui. Il regista, il trequartista, il centravanti. Ogni manovra passa dai suoi piedi e dimostra coi fatti d’aver tanta voglia di recuperare il tempo perduto. Cech gli nega il gol al 32′, Zlatan si rifa nel secondo tempo: rigore perfetto e assist al bacio (con sublime aggancio precedente) per Cassano. Man of the match.

ANTONIO CASSANO 6,5
Il gol, molto bello e di gran classe, è la cosa migliore della sua partita. Per il resto continua ostinatamente a concretizzare appen il 10% di quel che crea. Deve fare di più, ma far di più è nelle sue corde?

ALL. MASSIMILIANO ALLEGRI 6
Propone un 4-4-2 camaleontico, con Emanuelson un po’ mediano, un po’ esterno, un po’ rifinitore. Il Milan fatica da matti a sbloccare il risultato, poi l’ingenuità di Cisovsky spalanca le porte del successo. Urge recuperare due o tre uomini fondamentali e dar più intensità ad una manovra compassata e inconcludente.

PAGELLE VIKTORIA PLZEN

MAREK CECH 7
E’ solo omonimo del più famoso collega del Chelsea, ma nei primi 45′ è l’esatta copia di Petr. Ottimo su Cassano al 5′, letteralmente strepitoso su Ibrahimovic al 32′. Zlatan se lo guarda a bocca aperta e sembra dire: “Ma come ha fatto?”

FRANTISEK RAJTORAL 6
Buona presenza sul versante destro. Copre con discrezione e avanza quando serve.

MARIAN CISOVSKY 5
Non gioca neanche malaccio, ma rovina la storica serata del Viktoria con l’ingenuo fallo di mano in area di rigore al 52′. La partita finisce lì.

DAVID BYSTRON 6,5
Roccioso e presente. Sbroglia molte matasse con tempismo e fisicità.

DAVID LIMBERSKY 6,5
Lavora bene sotto l’aspetto difensivo e dà una mano in proiezione avanzata.

PETR JIRACEK 6
Buoni mezzi atletici scarsamente supportati dalla rapidità.

PAVEL HORVATH 6,5
Ha 36 anni sul groppone e un fisico che darebbe adito alla riabilitazione di Adriano. Nonostante ciò, gioca con la sicurezza del leader e fa molta sostanza a centrocampo. Non ha due piedi baciati dalla dolcezza e al 39′ sciupa la chance di portare i suoi in vantaggio.

MILAN PETRZELA 6
Discreti mezzi, buona velocità. Parte bene, poi cala.

DANIEL KOLAR 5,5
Gioca da trequartista ma non ha la qualità necessaria ad inventare. Fa poco (dal 91′ VLADIMIR DARIDA S.V.).

VACLAV PILAR 6
Ottimo avvio di match. Dà dei grattacapi ad Abate ed è una costante fonte di gioco d’attacco. Pian piano perde brillantezza (dal 76′ MARTIN FILLO S.V.).

MAREK BAKOS 5,5
Sfiora il gol a freddo (gran parata di Abbiati al 2′). Resta l’unico squillo della sua partita (dal 68′ MICHAL DURIS 6 – Entra a risultato ormai compromesso. Si rende pericoloso nel finale).

ALL. PAVEL VRBA 6,5
Discreta squadra il Viktoria Plzen, ben messa in campo. Ma a certi livelli la differenza di “categoria” si paga.

Commenti chiusi.