Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Serie A : La Lazio vola in alto, Di Natale rientra e tiene su l’Udinese, continua il black-out del Palermo fuori casa

31 ottobre 2011 1.052 views Nessun Commento
(Di Antonio Cupparo)
Quattro vittorie nelle ultime cinque partite, compreso il derby, la Lazio adesso è a meno uno dalla vetta. I tre gol rifilati al Cagliari tra le sue mura amiche hanno dimostrato che per poter essere grandi, si deve vincere partite come queste, dove la Lazio ha lasciato da parte il bel gioco per affidarsi ad uno spietato cinismo. In cinque minuti prima Lulic con un destro niente male, la solita capocciata di Klose e il redivivo Rocchi (al 100 gol con la maglia biancoceleste) hanno affondato un Cagliari che è esistito solo nella prima mezz’ora. Con il rientro della sua stella Di Natale, l’Udinese è tornata a vincere: al 38’ del primo tempo, il capitano dei friulani ha infilato Tzorvas con un destro al volo, facendo rimanere la sua squadra dietro la Juve in classifica insieme alla Lazio. Il Palermo ancora una volta è rimasto ancora a secco di reti in trasferta, dove ha conquistato un solo punto in cinque partite. Un gol di Lazzari ha pressochè salvato la panchina a Mihajlovic, è ha permesso alla Fiorentina di battere il Genoa. Una vittoria che sembra non abbia dato segnali positivi ai tifosi viola, che al termine del match comunque non ha risparmiato i fischi per l’allenatore serbo.
Un pari che è servito a ben poco sia al Lecce che al Novara, al Via del Mare è finita 1-1, con i giallorossi che erano passati a condurre con l’ex milanista Strasser, prima del pareggio di Rigoni su calcio di rigore. Paletta e Lucarelli hanno firmato la vittoria del Parma sul Cesena, ma soprattutto permesso a Campedelli di esonerare Giampaolo, con i bianconeri fin d’ora mestamente ultimi in classifica a zero vittorie. Era iniziata male per il Bologna, col gol di Denis ad inizio match che aveva dato il vantaggio all’Atalanta, poi prima Di Vaio, poi Ramirez e infine Loria hanno ribaltato il risultato, dando una vittoria che lascia sperare i rossoblu per un futuro più roseo. Loria si è confermato la bestia nera dell’Atalanta, segnando per la quinta volta nella sua carriera contro i bergamaschi.

Commenti chiusi.