Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Featured

Le pagelle di Roma-Parma: Borini, settima perla. Totti e Osvaldo appannati, Giovinco dov’è?

19 febbraio 2012 1.228 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Tre punti d’oro, in attesa di Atalanta e Lazio. La Roma si gode il successo e ringrazia Fabio Borini, il toro scatenato, autentico trascinatore dei giallorossi nel pomeriggio dell’Olimpico. Discreta prestazione a livello generale, molto bene Juan in difesa. Meno ispirato del solito Totti (ammonito, salterà Bergamo), ancora in fase di recupero Osvaldo, piuttosto appannato. Applausi per l’esordio di Marquinho, vicinissimo al 2-0 in extremis. Nel Parma si salva un super Mirante (che parate!) oltre a Zaccardo e Mariga. Okaka non si fa rimpiangere, Giovinco assente ingiustificato.

PAGELLE ROMA

MAARTEN STEKELENBURG 6
Interviene in una sola occasione, respingendo il destro di Okaka lanciato in contropiede.

ALEANDRO ROSI 6
Galoppa come un forsennato, spesso pasticciando. Ha sul destro il 2-0 al 75′, ma calcia sul fondo da ottima posizione.

JUAN 6,5
Sopperisce alla lentezza con esperienza e senso della posizione. Gran secondo tempo.

GABRIEL HEINZE 6
Solita partita di attenzione e concentrazione. Interviene quando serve, badando al sodo.

RODRIGO TADDEI 6
Regala giocate di classe. Nel finale Mirante gli nega un gol quasi fatto.

FERNANDO GAGO 6
Va premiata la sua dedizione, la voglia di esserci e lottare su ogni pallone. Da migliorare sul piano degli appoggi: troppi errori.

DANIELE DE ROSSI 6
Si occupa prevalentemente della copertura e non sfigura. Gara di carattere.

MIRALEM PJANIC 6
Qualche bel tocco, degno del suo piede sopraffino. Deve migliorare in interdizione. A volte è molle in fase di pressing (dall’80′ MARQUINHO S.V. – Mirante gli nega la prima gioia in giallorosso al debutto. Applaudito).

FABIO BORINI 7
Sette, come i suoi gol stagionali. Dimentica l’anonima partita di Siena con un pomeriggio battagliero. Il gol al 26′ lo esalta: s’avventa su qualsiasi palla giocabile, lotta, mena, guadagna punizioni e chiude stremato. Standing ovation meritata per lui. Con la rete di oggi, diventa il miglior marcatore della Roma al pari di Osvaldo (dall’89′ BOJAN KRKIC S.V.).

FRANCESCO TOTTI 5,5
Viene accerchiato e s’innervosisce. Guadagna un’ammonizione forse volontaria (non ci sarà a Bergamo, presente al derby) e fatica a dispensare gemme ai compagni. Fallisce un’ottima opprtunità nella ripresa, calcia male una punizione. Tiene qualche palla preziosa nei minuti di recupero.

PABLO DANIEL OSVALDO 5,5
Ritrova l’Olimpico da titolare dopo oltre due mesi (l’ultima volta con la Juve, il 12 dicembre). Primi 45′ anonimi, scalda il suo destro ad inizio ripresa chiamando in causa Mirante. Esce ma non sembra contento (dal 70′ ERIK LAMELA 5,5 – Aziona di rado la sua falcata in contropiede).

ALL. LUIS ENRIQUE 6
Si affida alla formazione tipo (con Borini titolare e Lamela in panchina) e vince con merito. Il gioco decolla a stento, la squadra è ancora troppo lenta e prevedibile nel possesso palla. Successo importante, quinto posto promettente, ma bisogna migliorare. Prossime due tappe forse decisive.

PAGELLE PARMA

ANTONIO MIRANTE 7
Nulla può sul gran destro di Borini. Decisivo nel secondo tempo: evita almeno quattro volte il raddoppio romanista.

CRISTIAN ZACCARDO 6
La sua esperienza è sempre utile in difesa.

STEFANO FERRARIO 5
Non trasmette sicurezza ai compagni. Ciondola incappando in svariate ingenuità.

ALESSANDRO LUCARELLI 5,5
Va spesso in affanno, scoprendo la propria zona di competenza.

JONATHAN 5,5
Non preme sull’acceleratore e Taddei dorme sonni tranquilli (dal 79′ JONATHAN BIABIANY S.V.).

STEFANO MORRONE 5,5
Tenta di far legna in mediana. Anonimo (dal 70′ JAIME VALDES 5 – Non pervenuto).

GIANLUCA MUSACCI 5,5
Cerca di gestire il gioco in avvio. Si eclissa presto.

McDONALD MARIGA 6
Il più positivo ed energico là in mezzo. Qualche fallo, molti contrasti, voglia di non mollare sino all’ultimo.

MASSIMO GOBBI 5
Non aiuta Lucarelli in difesa ed è inesistente in proiezione offensiva.

SEBASTIAN GIOVINCO 5
Giornata di scarsa ispirazione. Quando tocca palla si limita al compitino, servendo il primo compagno libero. Da lui ci si attende di più.

RAFFAELE PALLADINO 5,5
Cose buonine nei primissimi minuti, poi esce dal gioco. E dal campo al 44′ (dal 44′ STEFANO OKAKA 5 – Commette molti falli e spreca l’unica chance del Parma in tutta la partita. No, non si è fatto rimpiangere. Perde la sfida degli ex con Borini).

ALL. ROBERTO DONADONI 5,5
Parma piuttosto evanescente e inconcludente. Un solo tiro in porta in novanta minuti è davvero poco, soprattutto contro una Roma che in fase difensiva, fin qui, non si è certo dimostrata imperforabile.

Commenti chiusi.