Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Featured

Le pagelle di Atalanta-Roma: è Marilungo-Denis show! Pjanic sbaglia tutto, Rosi e Juan inguardabili

26 febbraio 2012 983 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Figuraccia Roma e trionfo Atalanta. Colantuono si gode un 4-1 strepitoso, maturato grazie allo scatenato tandem offensivo Marilungo-Denis. Bene la difesa, buon lavoro di Cigarini e Brighi. A destra non convince granché Carrozza, meglio Moralez sul lato opposto. Tra i giallorossi si salvano i soli Taddei e Borini. Dietro annaspano Rosi e Juan, e persino Heinze (di solito il migliore) viene coinvolto dal disastro generale. Malissimo il centrocampo (Pjanic flop), Lamela evanescente e fumoso. Il primo imputato, come sempre, è Luis Enrique, ancora incapace di trasmettere solidità ad un gruppo troppo fragile.

PAGELLE ATALANTA

ANDREA CONSIGLI 5,5
Può dormire sonni abbastanza tranquilli, vista l’inconsistenza offensiva della Roma. Colpevole, almeno in parte, sul tiro vincente di Borini che gli passa tra le gambe.

STEFANO LUCCHINI S.V.
Si procura un guaio muscolare dopo pochi minuti (dall’8′ GIANPAOLO BELLINI 6 – Più terzino di Lucchini. Fa il suo).

GUGLIELMO STENDARDO 6
Partita dal sapore di derby per l’ex laziale. Abbastanza ordinato, copre la sua zona di competenza.

THOMAS MANFREDINI 6
Vivo nella lotta, presente nei contrasti. Si fa anche male ad uno zigomo.

FEDERICO PELUSO 6
Controlla diligentemente chi passa dalle sue parti. Ammonizione ingenua nei minuti conclusivi.

ALESSANDRO CARROZZA 5,5
E’ tra i pochi a non fare bella figura nel primo tempo atalantino. Tenta di mettere in difficoltà Taddei, senza riuscirci (dal 57′ EZEQUIEL SCHELOTTO 6 – Entra a gara chius e non affonda troppo su José Angel).

LUCA CIGARINI 6,5
Ottime cose sul piano tecnico, utile anche in fase di copertura. “Provoca” l’espulsione di Osvaldo.

MATTEO BRIGHI 6,5
Gran partita da ex. Corre per due, mena e non tira mai indietro la gamba.

MAXI MORALEZ 6,5
Può fare di meglio, ma partecipa al trionfo con l’assist per il 2-1 di Denis.

GUIDO MARILUNGO 7,5
Scatenato, la sua rapidità mette subito in crisi l’orripilante retroguardia romanista. Coglie un palo in avvio, sblocca il risultato al 10′ e confeziona il servizio per il 3-1 di Denis (dal 75′ MANOLO GABBIADINI S.V.).

GERMAN DENIS 8
Non segnava da oltre due mesi. Ritrova smalto ed ispirazione nelle praterie giallorosse, risalendo posizioni in classifica marcatori con una fantastica tripletta. Rapace.

ALL. STEFANO COLANTUONO 7
Si trova di fronte una Roma a dir poco svagata, che di certo agevola i suoi compiti tattici. Gara preparata benissimo, sul piano del gioco e dell’intensità. Vittoria strameritata.

PAGELLE ROMA

MAARTEN STEKELENBURG 5,5
Difficile assegnargli responsabilità specifiche sui gol incassati, ma è anche vero che non salva mai la barca.

ALEANDRO ROSI 4,5
Va in confusione già dai primi minuti. Lento, goffo, nervoso, assieme a Juan costituisce una catena di centrodestra vacillante. Cerca di proporsi in avanti, ma i compagni lo servono poco (dal 46′ JOSE’ ANGEL 5 – Assente in difesa in occasione del terzo gol atalantino. Presenza inutile).

JUAN 4,5
Ormai va al ritmo di una partita eccellente ed un’altra inguardabile. A Bergamo il brasiliano fa la statua: fermo e immobile. Quasi imbalsamato (dal 57′ MARCO CASSETTI 5 – Torna in campo dopo quasi quattro mesi d’assenza. Non ha motivazioni, gioca da ex a poche settimane dalla scadenza del suo contratto. Non chiude su Denis che fa 4-1 e viene espulso da Damato per un insulto al guardalinee).

GABRIEL HEINZE 5
Va in barca anche lui, pasticciando tantissimo per un’ora. Sbaglia il tempo degli interventi, è scomposto e anche molto nervoso. Salva la dignità con un finale disputato con cuore e orgoglio.

RODRIGO TADDEI 6
Nettamente il miglior romanista in campo, assieme a Borini. Annulla Carrozza e fa cose discrete davanti, avviando l’azione del 2-1. Luis lo sposta a destra nella ripresa e Rodrigo si vede meno.

MIRALEM PJANIC 4
Peggior partita del bosniaco da quando veste il giallorosso. Confusissimo e impacciato, sbaglia il 95% dei passaggi effettuati. In pratica, gioca per l’Atalanta.

FERNANDO GAGO 4,5
Sostituisce De Rossi ma non ha né i mezzi fisici né lo spessore per coadiuvare al meglio Juan e Heinze. Sbaglia tanto (anzi troppo) anche lui (dal 68′ LEANDRO GRECO 5 – Senza infamia e senza lode. Fa in tempo a farsi ammonire).

MARQUINHO 5
Sul piano atletico è da rivedere, con quel fisico un po’ rotondo secondo solo a Simplicio. Ha il merito di andare sempre al tiro in una squadra che non tira mai. Mira da aggiustare.

FABIO BORINI 6
Lotta e protesta, si dimena e segna ancora. Chiude da punta unica, senza il supporto necessario dei compagni.

ERIK LAMELA 5
Tocca molti palloni, ritrovandosi almeno due atalantini sempre alle calcagna. Un paio di spunti, svariati errori e due punizioni calciate male nel finale.

PABLO DANIEL OSVALDO 5
Cerca di dare sostanza all’attacco, mettendoci fisico e volontà. Partecipa all’azione del gol di Borini, rimedia un rosso nel secondo tempo per una presunta scorrettezza ai danni di Cigarini.

ALL. LUIS ENRIQUE 4
Spedisce in tribuna De Rossi (misteriosi motivi disciplinari) e la sua Roma paga dazio. Difesa imbarazzante, centrocampo inconsistente, attacco affidato alla sola vena di Borini. Insomma, i soliti difetti, riemersi a 360° a sette giorni dal derby. Che stagione infernale.

Commenti chiusi.