Home » Amarcord

I campioni degli altri: Butragueno

6 marzo 2012 2.024 views Nessun Commento

(A cura di Stefano Pieralli) Un vero e proprio simbolo del Real Madrid a cavallo tra gli anni ottanta e novanta, un attaccante dai grandi numeri, un uomo immagine del club madrileno.

Questo è l’ identikit perfetto di Emilio Butragueno, nato a Madrid nel 1963, calciatore cha legato l’ intera carriera alle Merengues, dapprima nelle formazioni giovanili, poi nel Castilla, vera e propria succursale per i giovani talenti, ed infine rimanendo in pianta stabile in prima squadra per oltre un decennio.
Il suo soprannome era emblematico e sorprendentemente assonante con il suo cognome: “ El Buitre” (l’ avvoltoio), a sintetizzare tutto il suo repertorio caratterizzato da un senso del gol fuori dal comune e da una rapacità e rapidità straordinarie sotto porta.
Nel Real Madrid è uno degli artefici di un ciclo vincente che porterà nella bacheca del club ben 6 campionati e 2 Coppe di Spagna più 4 Supercoppe, il tutto condito da un titolo di capocannoniere nella stagione 90/91. Anche a livello europeo non mancano le imprese e i successi. Due sono i trionfi in Coppa Uefa anche se è sempre mancato l’ acuto in Coppa dei Campioni, una vera ossessione per lui e gli altri madridisti della sua generazione che non sono mai riusciti a conquistarla. Essendo ormai uno dei giocatori più in vista a livello europeo riesce a totalizzare due terzi posti nella classifica del Pallone d’ Oro nel 1986 e 1987. In nazionale ha partecipato a due Mondiali (celebre la sua quaterna alla Danimarca a Messico 86) e ad un Europeo ma senza riuscire a conquistare nessun titolo, anche se il suo score è di tutto rispetto con 69 partire e 26 gol.
La sua storia da giocatore del Real Madrid termina nel 1995 dopo 463 partite e 171 reti nelle varie competizioni, il tempo di giocare altri tre stagioni in Messico per poi tornare alla casa madre come dirigente.
Butragueno ha rappresentato il classico giocatore simbolo di un club, la bandiera a cui i tifosi si affezionano, l’ alfiere di un ciclo vincente che ha segnato un’ epoca rimanendo sempre fedeli ai colori della società che lo ha cresciuto e consacrato al grande calcio.


Commenti chiusi.