Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Serie A: Napoli, formato Wimbledon. Il Cagliari crolla al “San Paolo” per 6-3!

9 marzo 2012 1.050 views Nessun Commento

(a cura di Damiano Boccalini)
Non poteva iniziare in modo migliore l’avvicinamento del Napoli alla partitissima di ritorno di Champions League contro il Chelsea. Gli uomini di Mazzarri infatti superano senza problemi il Cagliari di Ballardini, che cadono rovinosamente al “San Paolo” con un rotondissimo 6-3. La pratica sarda viene sbrigata già nella prima frazione quando gli azzurri vanno a segno con Hamsik al 10’, Cannavaro al 19’ e con un autogol di Astori al 30’. Il Cagliari accorcia al 38’ con Larrivey, ma nella seconda frazione colpiscono ancora i partenopei con Lavezzi al 56’ su calcio di rigore e con Gargano al 70’. Di Larrivey (77’ e 90’)  e di Maggio (84’) le reti che hanno chiuso l’incontro sul 6-3 finale.

La partita del “San Paolo” si mette subito in discesa per il Napoli, che dopo 9’ trova la rete del vantaggio. Hamsik lasciato troppo libero dalla difesa ospite ha il tempo di prendere la mira e lasciare partire un fendente rasoterra che non da scampo ad Agazzi. Il Cagliari accusa il colpo, e dopo appena dieci minuti subisce la rete del raddoppio degli azzurri. Questa volta ad insaccare è Cannavaro, che spedisce in rete di testa un calcio di punizione battuto da Lavezzi. Al 23’ il Cagliari da i primi segnali di vita con un tiro da fuori di Conti, che De Sanctis blocca facile a terra. Il tiro del centrocampista rimane solo un lampo per i sardi, che al 30’ capitolano per la terza volta. Lavezzi accellera sulla destra e spedisce un pallone in area che Astori devia di testa nella propria porta. Al 37’, forse al primo e vero affondo, il Cagliari riesce a colpire con Larrivey, che di testa devia un pallone servito in area da Conti. L’ultima emozione di un primo tempo entusiasmante arriva al 41’ con Thiago Ribeiro (dentro alla mezzora al posto di Naingollan), che ben pescato da Ibarbo, chiama De Sanctis alla respinta in corner.

Il secondo tempo si riapre con lo stesso identico copione del primo tempo. Al 46’ il Napoli va subito vicino al poker con Pandev, che col destro non trova di poco la porta. Al 51’ è il turno di Lavezzi a provarci, ma anche questa volta il tiro dell’argentino non inquadra lo specchio. La rete del Pocho è rimandata però solo di qualche minuto, visto che al 55’ lo stesso numero 22 partenopeo si guadagna e trasforma un calcio di rigore concesso dall’arbitro per un fallo di Canini. Il Napoli è praticamente scatenato e al 60’ Cavani va vicino alla rete con un preciso tiro a girare che si perde di un niente sul fondo. Il Cagliari è in bambola e al 68’ capitola nuovamente con Gargano, che ben servito da Cavani, beffa Agazzi per la rete del 5-1. Partita finita? Macché. Al 76’ Ibarbo salta due uomini e pennella un pallone d’oro per Larrivey, che di testa trova la doppietta. Pochi minuti e all’84’ Maggio, liberato splendidamente da Pandev, sigla la rete del 6-2.  Prima della fine c’è ancora tempo per la terza rete cagliaritana, messa ancora a segno da Larrivey, che ancora di testa, insacca in rete un altro pregevole pallone servitogli da Ibarbo.

Tabellino
Napoli (3-4-2-1)
: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Zuniga, Gargano (28′ st Vargas), Inler, Dossena; Hamsik (18′ st Maggio), Lavezzi (14′ st Cavani); Pandev. A disp.: Rosati, Fideleff, Fernandez, Vargas, Ammendola. All.: Mazzarri
Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano (1′ st Perico), Canini, Astori, Agostini; Dessena (21′ st Gozzi), Conti, Nainggolan (30′ Thiago Ribeiro); Ekdal; Larrivey, Ibarbo. A disp.: Avramov, Cossu, Ariaudo, Nené. All.: Ballardini
Arbitro: Brighi
Marcatori: 10′ Hamsik (N), 19′ Cannavaro (N), 30′ aut. Astori (N), 38′, 31′ st e 47′ st Larrivey (C), 11′ st rig. Lavezzi (N), 25′ st Gargano (N), 40′ st Maggio (N)
Ammoniti: Pisano, Dessena, Canini (C)

Commenti chiusi.