Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Featured

Le pagelle di Manchester City-Sporting Lisbona: Aguero e Fernandez i migliori, Balotelli nervoso. In ombra Pizarro

15 marzo 2012 1.069 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Serata spettacolare e rimpianti City. A Mancini non basta un super Sergio Aguero nel secondo tempo: doppietta e rigore procurato. Balotelli, aldilà del penalty, è costantemente frenato dal nervosismo. Pizarro non fa girare a dovere la squadra, Silva combina poco, Kolarov piace nelle discese ma difetta nella soluzione finale. In difesa il montenegrino Savic dimostra limiti tecnici e di personalità. Sporting super nel primo tempo: Fernandez vivace e a segno su punizione, Izmailov suggerisce per il 2-0 di Van Wolfswinkel. Ripresa da brividi, non convincono i cambi di Sa Pinto. Ma alla fine è lui ad esultare, e Mancini ad ingoiare amaro.

PAGELLE MANCHESTER CITY

JOE HART 6
Si fa sorprendere sulla punizione di Fernandez. Nel finale va addirittura a sfiorare il clamoroso gol qualificazione.

MICAH RICHARDS 6
Poco movimento nel primo tempo. Avanza di più nella seconda parte di gara.

KOLO TOURE’ 6
Svolge un lavoro piuttosto ordinato in difesa. Meglio del collega Savic.

STEFAN SAVIC 5
Incerto e goffo negli appoggi, si becca spesso i fischi del pubblico. Leggermente meglio nella seconda parte.

ALEKSANDAR KOLAROV 5,5
Quando scende sull’out sinistro ci mette sempre fisico, sostanza e un pizzico di classe. Difetta nei passaggi finali e nei tiri verso la porta.

YAYA TOURE’ 6
Impalpabile per un’ora. Tanta sostanza negli ultimi trenta minuti.

DAVID PIZARRO 5,5
Mancini gli chiede qualità, ma il cileno non fa girare la squadra come sa. Qualche lancio sbagliato, ritmi lenti (dal 54′ EDIN DZEKO 5,5 – Un paio di buoni strappi iniziali. Si eclissa in fretta).

ADAM JOHNSON 5,5
Parte da ala sinistra e non punge, pur effettuando l’unico tentativo a rete del City nel primo tempo (dal 46′ NIGEL DE JONG 6 – Rinforza il centrocampo con chili e muscoli).

DAVID SILVA 5
Manca d’ispirazione. Non va aldilà di qualche “tocchettino” di classe (dal 66′ SAMIR NASRI 5 – Non pervenuto).

SERGIO AGUERO 7
Pressoché invisibile nei primi 45′, si risveglia all’improvviso ed è il protagonista assoluto della “parziale” rimonta. Segna due gol e si procura il rigore poi realizzato da Balotelli.

MARIO BALOTELLI 6
Nervoso come al solito, va a beccarsi ripetutamente con gli avversari. Non inventa granchè, ma segna con freddezza il penalty della speranza.

ALL. ROBERTO MANCINI 5,5
Squadra inguardabile sino al quarto d’ora della ripresa. Poi, gran reazione e rimonta sfiorata. Certe partite vanno affrontate sin dall’inizio con un altro atteggiamento. Per il secondo anno consecutivo abbandona l’Europa League da strafavorito: dodici mesi fa a punirlo fu la Dinamo Kiev, oggi lo Sporting.

PAGELLE SPORTING LISBONA

RUI PATRICIO 6
Uscite non sempre sicure, ma a conti fatti efficaci. Poteva fare di più sul rigore di Balotelli.

DANIEL CARRICO 6
Ha di fronte Kolarov e cerca di arginarlo col mestiere. Davanti lo si vede di rado.

ANDERSON POLGA 6
Risolve qualche situazione delicata mettendoci il testone. Grinta e carattere sino all’ultimo secondo.

XANDAO 6,5
Il suo gol al “José Alvalade” si rivela decisivo. Prova a segnare anche stasera, non inquadra il bersaglio. Dietro si batte con ardore.

EMILIANO INSUA 6,5
Guadagna la punizione da cui nasce l’1-0 di Fernandez. Temibile nelle discese.

BRUNO PEREIRINHA 6
Le cose più “utili” della sua partita sono le perdite di tempo nel finale. Resta più volte a terra, beccandosi i fischi di disapprovazione dei tifosi inglesi.

MATIAS FERNANDEZ 7
Scatenato nel primo tempo. Punge negli inserimenti e beffa Hart con un gran destro da calcio piazzato (dal 64′ RENATO NETO 5 – Ingenuo il fallo da rigore su Aguero).

STIJN SCHAARS 6
Ruvido ed essenziale in avvio. Sparisce nel proseguo del match.

MARAT IZMAILOV 6,5
Non è più il bimbo prodigio del calcio russo, oggi l’ex Lokomotiv è un ragazzotto di 30 anni plurinavigato. L’azione del 2-0 è roba sua: sfondamento in area dalla destra e assist vincente sul piede di Van Wolfswinkel.

RICKY VAN WOLFSWINKEL 6,5
Da centravanti svolge il suo compito: una palla a disposizione, un gol (dal 68′ ANDRE’ CARRILLO S.V.).

DIEGO CAPEL 6
Giocatore di qualità ma anche di fatica. Percorre chilometri su e giù per il campo (dal 64′ JEFFREN SUAREZ 6 – Tiene palla e guadagna preziosi secondi nel recupero).

ALL. RICARDO SA PINTO 6
Primo tempo spettacolare, perfetto. E nella ripresa? Tanta paura e rischio figuraccia. E’ andata bene, ma lo Sporting è sembrato troppo timido nel momento cruciale del match. I tre cambi (fuori Diego Capel, Fernandez e Van Wolfswinkel, tra i migliori) non hanno convinto, messa a repentaglio una qualificazione già in tasca.

Commenti chiusi.