Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Champions League: Il Real Madrid vince a Nicosia e ipoteca la semifinale (0-3). Chelsea, colpaccio col Benfica (0-1)!

27 marzo 2012 1.289 views Nessun Commento

(a cura di Damiano Boccalini)
Nessun problema per il Real Madrid nell’andata dei quarti di finale di Champions League. I blancos infatti, hanno espugnato per 0-3 il difficile campo dell’Apoel Nicosia e hanno praticamente già messo in ghiaccio la qualificazione in semifinale. Le reti degli uomini di Mourinho portano la firma di Benzema (74′, 90′) e Kakà (82′). Stesso discorso anche per il Chelsea di Di Matteo, che seppur soffrendo, si è imposto per 0-1 sul campo del Benfica. La marcatura che ha deciso il match è stata siglata da Kalou al 75′.

APOEL NICOSIA – REAL MADRID 0-3 (74′, 90′ Benzema, 82′ Kakà)

La prima emozione del match del “Gsp-Stadion” arriva al 12′ quando Ozil si fa respingere la sua conclusione al volo da Chiotis.Al 15′ è ancora Real con Coentrao, che dopo aver scambiato con Ronaldo calcia sul fondo. Due minuti e ci prova Higuain di testa per i blancos, ma anche questa volta la mira è da rivedere. Al 28′ occasione per Ronaldo col mancino, ma Chiotis fa ancora buona guardia e respinge il tiro dell’asso portoghese. Al 34′ clamoroso errore di Benzema, che praticamente a porta vuota, spedisce alto un grandissimo pallone servitogli da Sahin. L’ultimo brivido del primo tempo arriva al 43′ con Ronaldo, che spara a lato da buona posizione.

Come nella prima frazione, il copione del secondo tempo non cambia, con il Real che continua a spingere sull’acceleratore. Al 67′ occasione buona per Ozil, ma il doppio tiro del centrocampista tedesco è respinto da Boaventura. Al 70′ ci prova Benzema per gli ospiti, ma anche questa volta il tiro non centra la porta. Finalmente, dopo innumerevoli occasioni, al 73′ il Real centra la rete del meritato vantaggio. Kakà dalla destra si libera e pennella un delizioso pallone in area per Benzema, che di testa in tuffo batte Chiotis. Due minuti e gli uomini di Mou sfiorano il bis con Ronaldo, che viene fermato dai guantoni di Chiotis. La rete del ko è comunque solo rimandata di qualche minuto. All’82′ Marcelo se ne va in progressione sulla destra e arrivato sul fondo serve in scivolata Kakà, che a porta vuota deve solo spingere il pallone in fondo al sacco. Prima della fine del match c’è ancora tempo per la rete della sicurezza madrilena ad opera di Benzema, che al 90′ completa alla grande un contropiede orchestrato dalla premiata ditta Ronaldo-Ozil.

Tabellino

Apoel Nicosia (4-2-3-1): Chiotis; Poursaitidis, Oliveira (13′ C. Kakà), P. Jorge, W. Boaventura; N. Morais, H. Pinto (27′ st Solari); Charalabides, Trickovski, Alexandrou (1′ st H. Sousa); Ailton. A disposizione: Pardo, Adorno, Solomou, Solari, Marcinho. All.: Jovanovic
Real Madrid (4-2-3-1): Casillas; Arbeloa, Pepe, S. Ramos, Coentrao (18′ st Marcelo); Khedira, Sahin (39′ st Granero); Benzema,  Özil, C. Ronaldo ; Higuain (18′ st Kakà). A disposizione: Adan, Albiol, Varane, Altintop. All.: Mourinho
Arbitro: Brych (GER)
Marcatori: 29′ st e 45′ st Benzema, 36′ st Kakà

BENFICA – CHELSEA 0-1 (75′ Kalou)

La partita del “Da Luz” parte a ritmi abbastanza bassi, tanto che la prima vera azione degna di nota arriva solo al 19′ quando Cardozo calcia a lato da buona posizione. Al 29′ ci prova ancora Cardozo di testa su suggerimento di Gaitan, ma la mira è sballata. Al 33′ ci prova Bruno Cesar da fuori per il Benfica, ma il tiro è troppo centrale per impensierire Cech. Al 40′ primi segnali di vita del Chelsea, che si affaccia dalle parti di Artur con un gran tiro di Meireles, ben sventato dal portiere ex Roma. Il tiro del centrocampista londinese rimane l’ultima emozione di un primo tempo pieno zeppo di sbadigli.

La ripresa parte decisamente meglio, con il Benfica che va subito vicinissimo al vantaggio. Al 47′ David Luiz è strepitoso a salvare sulla linea di petto una conclusione a botta sicura di Cardozo.Al 49′ ci prova Javi Garcia di testa, ma l’incornata è troppo debole e finisce tra le braccia di Cech. Al 51′ Bruno Cesar ci prova da fuori, ma anche stavolta il tiro è troppo centrale. Al 56′ è la volta di Cardozo a provarci, con Cech che fa buona guardia. Al 60′, in mezzo a tanto Benfica, il Chelsea torna in avanti e sfiora la rete del vantaggio. Lungo lancio di Cech che taglia fuori tutta la difesa lusitana. Mata cattura il pallone, salta Artur, ma da posizione abbastanza defilata può solamente calciare sul palo. Al 67′ miracolo di Cech, che sventa alla grandissima un colpo di testa di Jardel. Passata la paura, al 75′ il Chelsea si ripropone in avanti e centra la rete del vantaggio. Ramires se ne va a destra e serve Torres, che controlla. L’ex Liverpool controlla bene e scarica per Kalou, che non può far altro che battere l’incolpevole Artur. All’85′ Mata va vicinissimo al raddoppio, con un pregevole pallonetto da sinistra che termina di poco alto sopra la traversa. Nel finale dell’incontro, i lusitani si spingono in avanti, ma l’unica occasione degna di nota è una maldestra deviazione di Cole, che rischia il più classico degli autogol.

Tabellino

Benfica (4-3-3): Artur; Maxi Pereira, Luisao, Jardel, Emerson; Aimar (24′ st Matic), Javi Garcia (36′ st Nolito), Bruno Cesar (24′ st Rodrigo); Witsel, Cardozo, Gaitan. A disposizione: Eduardo, Oliveira, Saviola, Vitor. All.: Jorge Jesus
Chelsea (4-4-1-1): Cech; Ferreira (35′ st Bosingwa) David Luiz, Terry, Cole; Ramires, Mata, Meireles (23′ st Lampard), Mikel; Kalou (37′ st Sturridge); Torres. A disposizione: Turnbull, Cahill, Essien, Drogba. All.: Di Matteo
Arbitro: Tagliavento (ITA)
Marcatori: 30′ st Kalou
Ammoniti: Bruno Cesar, Luisao, Javi Garcia (B), Meireles (C)

Commenti chiusi.