Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Europa League: l’Athletic Bilbao non smette di stupire. Lo Schalke cade a “Gelsenkirchen” 2-4. Vincono anche Sporting Lisbona, Athletico Madrid e Az Alkmaar!

29 marzo 2012 911 views Nessun Commento

(a cura di Damiano Boccalini)
Protagonista assoluto dell’andata dei quarti di finale di Europa League è sicuramente l’Athletic Bilbao. Gli uomini di Bielsa infatti, hanno praticamente quasi messo in ghiaccio la qualificazione infliggendo un rotondo 2-4 allo Schalke 04. Tra le spagnole sorride anche, se con qualche sofferenza l’Atletico Madrid, che batte l’Hannover con una rete di Salvio all’89′(2-1). Le altre due gare dei quarti hanno visto la vittoria interna dello Sporting Lisbona sul Metalist (2-1) e quella dell’Az Alkmaar sul Valencia (2-1).

ATLETICO MADRID-HANNOVER 96 2-1 (9′ Falcao (A), 38′ Diouf (H), 89′ Salvio (A))

L’Atletico Madrid ringrazia Salvio, e porta a casa una vittoria importante quanto sofferta contro l’ostico Hannover. Eppure la gara del “Vicente Calderon” si era messa bene per gli uomini di Simeone, che hanno colpito dopo 9′ col solito Falcao, bravo ad anticipare Zieler in uscita di testa. Trovata la rete i colchoneros hanno sfiorato il raddoppio con Adrian Lopez e Falcao, ma al 38′ l’Hannover ha trovato la rete del pareggio con Diouf, che ha insaccato in scivolata. Nel finale, come già accennato, è arrivata la rete del definitivo 2-1 con Salvio, che all’89′ ha battuto Zieler con uno spettacolare colpo a giro.

AZ ALKMAAR-VALENCIA 2-1 (46′ Holman (A), 51′ Topal (V), 79′ Martens (A))

Non riesce l’impresa esterna al Valencia di Emery, che sul campo dell’Az Alkmaar cade per 2-1. All’”Afas Stadion” gli olandesi colpiscono sul finire di primo tempo con Holman, che approfitta di un regalo della difesa spagnola. Ad inizio ripresa il Valencia reagisce subito e trova la rete del pareggio al 51′ con un perfetto colpo di testa di Topal. Trovato il pari gli spagnoli spingono ma complice anche il portiere Esteban non riescono a trovare la rete del vantaggio. Anzi chi trova la rete sono gli uomini di Veerbek, che al 79′ centrano la vittoria con Martens, bravo a deviare in porta un grande pallone servitogli da Holman.

SCHALKE 04-ATHLETIC BILBAO 2-4 (20′, 73′ Llorente (A), 22′, 60′ Raul (S), 82′ De Marcos (A), 93′ Muniain (A))

Splendido colpaccio esterno dell’Athletic Bilbao di Bielsa, che con il sonoro 2-4 inflitto allo Schalke si conferma come seria candidata alla vittoria finale. Gli uomini del “Loco” passano in vantaggio dopo 20′ con Llorente (foto), bravo a ribadire in rete una corta respinta di Hildebrand. Lo Schalke non ci sta e reagisce appena due minuti dopo con Raul, che da due passi insacca in rete l’assist di Uchida. Nella ripresa al 60′ Raul ha trovato il bis con una splendida bordata dai 20 metri, ma al 73′ ancora Llorente pareggia i conti con una bella incornata sul primo palo. Trovato il pari, il Bilbao si spinge in avanti e all’82′ trova anche la rete del 2-3 con De Marcos, che si fionda su una corta respinta di Schober (entrato nel primo tempo al posto dell’infortunato Hildebrand). Nel finale lo Schalke si è gettato in avanti alla ricerca della rete del pari, ma complice la sfortuna (palo di Huntelaar) e il portiere ospite Uraizoz non riescono a trovare la via del gol. Come se non bastasse tutto questo, al 93′ è arrivata anche la beffa per i tedeschi con Muniain, che inchioda il risultato sul 2-4 finale.

SPORTING LISBONA-METALIST CHARKIV 2-1 (51′ Izmailov (S), 64′ Insua (S), 90′ rig. Cleiton (M))

Allo stadio “José Alvalade” lo Sporting Lisbona sorride a metà dopo la vittoria per 2-1 sul Metalist. A rovinare la festa dei portoghesi è arrivata infatti la rete ospite di Xavier, che al 90′ ha riacceso le speranze in vista del ritorno degli ucraini. Dopo un primo tempo piuttosto scialbo e senza nulla da segnalare, nella ripresa lo Sporting ha colpito al 51′ con Izmailov, bravo a concretizzare una grande azione orchestrata da Insuam e Capel. Al 64′ è arrivato il raddoppio dei lusitani con Insua, che con una punizione perfetta beffa Goryainov. Il doppio colpo sveglia il Metalist, che va vicino alla rete prima con Taison e poi con Sosa, che nelle occasioni vengono stoppati da un grande Rui Patricio. Proprio il portiere lusitano, però, nel finale commette il fallo da rigore su Cleiton che ha ravvivato le speranze qualificazione degli uomini di Markevich.

Commenti chiusi.