Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Featured

Le pagelle di Roma-Novara: Marquinho cresce che è un piacere, Kjaer e De Rossi in affanno. Bene l’Airone

1 aprile 2012 1.072 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Un 5-2 alle 12.30 non è male, soprattutto se la classifica torna a sorridere. La Roma ritrova un po’ di pace dopo la sconfitta di Milano e continua a sperare in un miracoloso piazzamento Champions. Contro il Novara il migliore in campo è Marquinho: un gol, altri due sfiorati, l’assist a Bojan per il 4-1. Sempre nel vivo del gioco, mai timido, piacevole sorpresa di questa seconda parte di stagione. Dal centrocampo in su bene tutti: Simplicio disegna la parabola della domenica, Bojan e Lamela riassaporano il gol, Osvaldo segna e lotta, Totti e Gago recitano la loro parte con esperienza. I dolori iniziano dietro. Kjaer e De Rossi balbettano, gli esterni (Taddei e José Angel) non brillano. Nel Novara bene Caracciolo (mina vagante) ed il vivace Gemiti. Difesa disastrosa, pesante l’assenza di Rigoni a centrocampo. E il ritorno in B è sempre più vicino…

PAGELLE ROMA

MAARTEN STEKELENBURG 6
Incassa due gol in maniera un po’ goffa. Si oppone bene ad una conclusione ravvicinata di Caracciolo.

RODRIGO TADDEI 5,5
Sgambetta sulla destra senza affondare. E’ lui a regalare al Novara il pallone da cui nasce l’azione del 2-4.

SIMON KJAER 5,5
Sempre balbettante, non offre garanzie né sicurezza al reparto. Jeda al 55′ se lo beve sfiorando il pareggio.

DANIELE DE ROSSI 5,5
Viene sovrastato da Caracciolo in occasione del vantaggio novarese. Da centrale difensivo si dimostra meno a suo agio rispetto al match con la Juve disputato a dicembre.

JOSE’ ANGEL 6
Sufficienza di stima. Solita alternanza di giocate discrete ed errori piuttosto banali (incluso un pallone sfuggitogli dalle mani durante la battuta di un fallo laterale). Ad oggi è solo l’ombra del terzino che servirebbe alla Roma.

FABIO SIMPLICIO 6,5
Statico ma dal piedino caldo. Sfrutta l’occasione e concede alla Sud un gol memorabile. Non sarà Falcao, ma con la porta avversaria ha sempre un certo feeling (dal 57′ SIMONE PERROTTA 6 – Ritrova il campo dopo una vita. Buon allenamento, può tornare utile in questo finale di stagione).

FERNANDO GAGO 6
Ordinato e combattivo davanti alla difesa. Prestazione di livello.

MARQUINHO 7
Il migliore della Roma. Segna il fondamentale gol del pareggio e partecipa alle azioni del terzo e quarto centro, sfiorando il pokerissimo un attimo prima della prodezza di Lamela. E’ sempre nel vivo del gioco, non ha paura, si diverte e il pubblico lo apprezza sempre di più.

BOJAN KRKIC 6,5
Parte malino, con Garcia che gli resta avvinghiato e si rivela marcatore ostico. Pian piano prende coraggio con qualche iniziativa, sino alla rete del provvisorio 4-1. Sua quinta complessiva in stagione (dal 63′ ERIK LAMELA 6,5 – Segna un gran bel gol nel finale. Secondo in campionato, quarto totale).

FRANCESCO TOTTI 6
Gioca al piccolo trotto, limitandosi ad appoggi logici. Va solo una volta al tiro (da fuori area, palla alta) e nel finale lascia spazio al capitano dei fanciulli (dall’82′ FEDERICO VIVIANI S.V.).

PABLO DANIEL OSVALDO 6,5
La solita immane voglia di gol. Segna ancora (terzo centro nelle ultime tre partite, decimo in campionato, agganciato Borini nella classifica dei marcatori stagionali giallorossi) e va più volte ad un passo dalla sua prima doppietta in maglia romanista.

ALL. LUIS ENRIQUE 6
Roma piena di defezioni, ancora lontana da un ritmo accettabile (troppa lentezza in svariati momenti della partita) e sempre titubante in difesa. Il punteggio è frutto della qualità dei singoli e della pochezza difensiva del Novara.

PAGELLE NOVARA

SAMIR UJKANI 6
Prende e porta a casa due reti, facendosi male durante il primo tempo. Evita l’imbarcata restando negli spogliatoi (dal 46′ ALBERTO FONTANA 6 – Entra e ne becca tre, deviando in corner un colpo di testa di Marquinho).

MICHEL MORGANELLA 5
Si fa vedere pochissimo sull’out destro. Dietro patisce assieme ai compagni di reparto.

MASSIMO PACI 5
Lascia libero Marquinho di colpire di testa e segnare il gol del pareggio. In affanno.

ANDREA LISUZZO 5,5
E’ il più combattivo della difesa, pur con evidenti amnesie.

SANTIAGO GARCIA 5
Si occupa di Bojan in avvio e riesce a tenerlo a bada. Non marca adeguatamente Osvaldo sul corner del 2-1.

GIUSEPPE GEMITI 6
Molto dinamico e propositivo. Dal suo mancino nasce l’assist per il gol di Caracciolo.

DANIEL JENSEN 6
Non combina granché, ma almeno corre e dimostra carattere (dal 65′ ANDREA MAZZARANI 5 – Solo fallacci).

FILIPPO PORCARI 5
Lotta e pasticcia. Clamoroso il rinvio sballato che porta al tris di Simplicio.

SIMONE PESCE 5,5
La Sud teme il suo gol, dato che è il 1° aprile. Pericolo “scaramantico” evitato, l’ex Ascoli non ha lo spessore idoneo per rilevare i compiti dell’assente Rigoni.

JEDA 5,5
Un solo lampo in tutta la partita, quando si beve Kjaer e spedisce sul fondo da ottima posizione (dal 60′ TAKAYUKI MORIMOTO 6 – Sfrutta l’unica palla a disposizione per segnare la rete della speranza. Ancora in gol contro la Roma).

ANDREA CARACCIOLO 6,5
Certamente il migliore. Realizza di testa l’1-0 e sogna il colpaccio “bis” dopo San Siro. Sfiora la doppietta e regala l’assist del 2-4 a Morimoto (in fuorigioco). Ispirato.

ALL. ATTILIO TESSER 6
Si presenta all’Olimpico con una buona organizzazione offensiva. Peccato che nel calcio esista la doppia fase. Novara imbarazzante in difesa, ormai destinato alla retrocessione. Ma le colpe non sono certo di un allenatore che, organico alla mano, ha fatto il possibile. Forse anche più.

Commenti chiusi.