Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Liga: Il Real pareggia 0-0 col Valencia, e il Barcellona torna a -4

9 aprile 2012 1.314 views Nessun Commento

(di Antonio Cupparo)

Il Real non ha sfondato e non è andato oltre lo 0-0 al Bernabeu contro il Valencia, dando ancora speranze di rimonta al Barcellona, che adesso, dopo la vittoria sul Saragozza, è a  4 punti dalle “meringhe”. Un risultato sorprendente per Mourinho e c. che ha avuto anche una valenza storica, visto che non pareggiavano tra le mura amiche dal 2007. Di occasioni ce ne sono state tante, ma la differenza di punti tra le due squadre (30) non si è vista più di troppo, anzi il Valencia in contropiede ha punto in più di un occasione.

Il Valencia si è presentato al Bernabeu senza Soldado (bomber della squadra con i suoi 26 gol stagionali) e con un 4-3-3 molto coperto con Piatti, Aduriz e Tino Costa in avanti. Il Real, che ha dovuto rinunciare allo squalificato Sergio Ramos, ha scelto lo schieramento a due punte con Benzema e Higuain supportati da Cristiano Ronaldo e Ozil. In difesa al centro accanto a Pepe è stato scelto Raul Albiol. Il Real sapeva che questa era una partita molto delicata ed è subito partito forte con Ronaldo che dopo 7′ con un destro dal limite ha colpito clamorosamente un palo con Guaita battuto. Un minuto dopo sull’altro fronte, il franco-algerino Feghouli ha messo paura a Casillas con un destro terrificante che ha lambito il palo. Cr7 però sembrava indemoniato, ma anche sprecone visto che al 19′ ha sprecato una ghiotta palla gol, scegliendo la precisione e non la forza permettendo a Guaita di intervenire. Nonostante queste occasioni il Valencia non è stato per niente a guardare, chiudendo si tutti i varchi, ma rendendosi pericoloso in contropiede, come per esempio al 24′, pareggiando il conto dei pali con un colpo di testa in tuffo di Ricardo Costa, dopo la respinta di Casillas sul sinistro dell’altro Costa, Tino. Ancora il portierone spagnolo ha tenuto in piedi il Real, quando con un destro di Piatti si è disteso alla grande salvando il risultato. Nella ripresa Mourinho ha lasciato Higuain in panchina inserendo Di Maria tornando al 4-2-3-1. Il cambio di modulo ha senz’altro aumentato la pericolosità del Real che però nel primo quarto d’ora della ripresa ha rischiato di andare ancora sotto: solo la traversa ha negato la gioia del gol a Tino Costa, che con un bolide di sinistro dai 30 metri ha colto proprio il montante. Il pericolo scampato ha scosso il Real che colto ancora un palo, sempre con Ronaldo, e poi divorandosi un altro gol con CR7, che lanciato a rete è inciampato proprio davanti a Guaita. Mourinho ha tentato il tutto per tutto inserendo anche Kakà ma il Valencia non è stato a guardare, e con Mathieu, Jordi Alba e Aduriz è andato per tre volte vicinissimo al gol del vantaggio tra il 71′ e l’84′. L’ultimo quarto d’ora il Real si è buttato tutto in avanti, assediando la trequarti del Valencia, ma si è dovuto scontrare ancora contro Guaita che al 76′ si è suparato deviando un sinistro velenoso di Di Maria, due minuti dopo si è opposto per due volte alla grande a Benzema sottorete e al 93′ e al 94′ ha salvato sui tentativi a botta sicura ancora di Benzema e di Di Maria. Un pareggio a reti bianche che senz’altro non ha fatto passare delle feste tranquille al Real, che adesso sente il il fiato sul collo del Barcellona, sempre più minaccioso

Commenti chiusi.