Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Calcio Estero: Argentina

18 aprile 2012 1.626 views Nessun Commento

(A cura di Fabio Giasi) Il derby di Avellaneda, emette la sua sentenza, vittoria schiacciante dei “diavoli rossi” che battono nettamente, con un perentorio 4-1, l’Academia e provocano le dimissioni del tecnico Alfio Basile. Partita davvero molto bella, vantaggio iniziale del Racing grazie al bomber Gutierrez e, quando tutto sembrava in discesa per la squadra di Basile, in vantaggio nel risultato e negli uomini in campo (espulsione di Diaz dopo 10 minuti di gioco), arriva incredibilmente il pareggio dei padroni di casa a pochi minuti dal termine della prima frazione, con il sempreverde Parra. La ripresa vede un dominio netto dei diavoli rossi che iniziano con il piglio giusto, ma l’episodio che sposta completamente gli equilibri è l’espulsione di Zuculini che provoca anche il 2-1 ancora di Parra. Da qui in poi, l’Academia sparirà dal campo e la seconda espulsione, di Gutierrez, servirà solo ad acuire il netto predominio dei padroni di casa, infatti arriveranno poi i gol di Vidal e del fortissimo Rodriguez.
Nella partita di domenica notte, vittoria importantissima per il Tigre di Arruabarrena che batte i campioni in carica del Boca Juniors per 2-1 e da una sterzata fondamentale in chiave promedio; partita tiratissima dove ha la meglio la squadra che aveva più fame di vincere, infatti il Tigre scende in campo con una rabbia agonistica fuori dal normale e il pressing sugli avanti del Boca è davvero asfissiante, infatti sia Cvitanich, Silva che Mouche sono completamente annullati dai difensori del Tigre, i quali, con un atteggiamento “borders lines” si dimostrano la chiave vincente della gara. La difesa fa benissimo il suo ma anche l’attacco del Tigre non scherza, di sacrificio le prestazioni di Luna e Maggiolo, ottima quella del n. 10 Morales, autore di un gol splendido su punizione alla Riquelme; proprio l’assenza di Riquelme sembra possa essere stata la causa di questa sconfitta per gli xeneizes, J. Garcia, il portiere dei padroni di casa e grande amico dell’idolo della Doce, aveva quasi previsto che questa assenza avrebbe pesato sul risultato finale e così è stato. Sicuramente la retroguardia del Boca, a differenza di quella del Tigre, non ha fatto la sua migliore gara e anche questo ha pesato tantissimo sull’economia della gara.
Nelle altre gare, ottima vittoria del San Lorenzo, rigenerato dalla cura di Caruso Lombardi, protagonista l’ex meteora italiana Gigliotti, autore di una bella doppietta.
Stesso risultato per il Newell’s Old Boys di Gerardo Martino grazie alle reti di Vergini, Munoz e Aquino.
L’Estudiantes impatta 2-2 contro il Colon e manca una buona occasione per approfittare dello scivolone del Boca Juniors, le reti per il Pincha sono de “la gata” Fernandez e dell’ex Boca Boselli (a quota 5 reti in classifica marcatori), per gli ospiti, invece, vanno a segno ancora Moreno y Fabianesi, anche lui a quota 5 reti, e Alcoba.
Ancora incidenti, purtroppo, in un altro match del campionato argentino, infatti in San Martin – Velez la partita è stata sospesa a pochi minuti dalla fine per intemperanze dei tifosi che ha costretto l’arbitro a sospendere la gara sul punteggio di 1-3 a favore degli ospiti; una gara che aveva visto protagonista assoluto il “Fortìn” in rete anche con l’ex Genoa Pratto. Pareggio a reti inviolate tra Argentinos e Belgrano, vittoria dell’All Boys in casa dell’Olimpo e, a sorpresa, dell’Union sull’Arsenal de Sarandì grazie ad una rete di Cavallaro.
Nell’ultima gara del programma della 10° giornata, vittoria di rigore del Lanùs sull’ Atletico de Rafaela, trasformazione di Regueiro.
Nella Primera Nacional B, il River Plate batte l’Huracan e si conferma saldamente al 2° posto alle spalle della capolista Instituto, per i millonarios le reti di Cavenaghi e autogol di Gonzalez, fondamentale lo scontro della prossima settimana, dove al Monumental si sfideranno appunto River contro Instituto.

Commenti chiusi.