Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Serie A: Borriello chiama, Boateng risponde. Continua la sfida scudetto tra Juventus e Milan!

25 aprile 2012 1.146 views Nessun Commento

(a cura di Damiano Boccalini)
Tutto come prima tra Juventus e Milan, che seppur con tanta sofferenza, riescono a strappare tre punti pesanti contro Cesena (ormai retrocesso in Serie B) e Genoa. I bianconeri, in casa dei romagnoli spingono sull’acceleratore ma nonostante numerose occasioni non riescono a scardinare la porta dell’eterno Antonioli. Per trafiggere il portiere c’è voluto il primo gol in maglia bianconera di Marco Borriello (foto a lato), che all’80′ ha trovato un bel gol che ha permesso alla vecchia signora di sbancare il “Manuzzi”. Stesso discorso per i rossoneri di Max Allegri, che soffrono più della Juventus, ma che alla fine possono sorridere con la rete all’85′ del ritrovato Boateng (foto in basso).

CESENA – JUVENTUS 0-1 (80′ Borriello)

Al “Manuzzi” la Juventus parte forte e dopo 8′ ha subito l’occasione di passare grazie ad un calcio di rigore concesso dall’arbitro Guida per un fallo di mano di Moras al limite dell’area di rigore. Dal dischetto si presenta Pirlo, ma il tiro del centrocampista ex Milan si infrange sul palo della porta difesa da Antonioli. Per il numero 21 bianconero è il secondo errore nel giro di pochi giorni. L’errore di Pirlo non abbatte la vecchia signora, che al 18′ si affaccia dalle parti cesenati con un lancio di Pirlo non controllato da Matri. Al 24′ ci prova Marchisio per i bianconeri, ma il tiro si perde alto sopra la traversa. Al 27′ spreca Vucinic, che di testa da ottima posizione non trova lo specchio. Al 38′ De Ceglie stacca benissimo di testa, ma sulla sua strada trova l’ottima risposta di Antonioli.

La ripresa si apre sullo stesso copione del primo tempo, con la Juve alla ricerca del vantaggio. Al 49′ la gioia dei bianconeri viene strozzata da Antonioli, che prima non trattiene un diagonale di Matri e che poi è bravissimo ad allontanare prima che la palla sorpassi la linea bianca. Al 67′ ci prova Marchisio per la Juventus, ma stavolta a fermare la conclusione non c’è Antonioli, ma il corpo di Moras. Due minuti e De Ceglie di testa sfiora la rete con la palla che si perde di un nulla sul fondo. Antonio Conte prova a scuotere i suoi con l’inserimento di Del Piero e Borriello e proprio quest’ultimo alla fine risulterà decisivo per la vittoria. Al 78′ il capitano ci prova su punizione, ma Antonioli in versione super salva il risultato. Ma passano appena due minuti e all’80′ l’ex romanista fa centro. Cross di Del Piero per Vucinic, che fa da sponda per Borriello. L’attaccante va in contro al pallone e con un bella bordata mancina trafigge l’incolpevole Antonioli per la rete del definitivo 1-0. Da qui al 90′ non succede praticamente più nulla, con la Juventus sazia del vantaggio (nonostante altre due buone occasioni con Vidal e Borriello) e con il Cesena che non ha la forza di spingersi in avanti.

TABELLINO
Cesena (4-3-1-2
): Antonioli; Ceccarelli, Moras, Rodriguez, Banalouane; Djokovic (32′ st Rossi), Colucci (32′ Guana), Parolo; Santana; Del Nero (20′ st T. Arrigoni), Rennella. A disp.: Ravaglia, Comotto, Malonga, Lolli. All.: Beretta
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Caceres (24′ st Giaccherini), Vidal, Pirlo, Marchisio, De Ceglie (29′ st Del Piero); Matri (29′ st Borriello), Vucinic. A disp.: Storari, Lichtsteiner, Padoin, Marrone. All.: Conte
Arbitro: Guida
Marcatori: 35′ st Borriello (J)
Ammoniti: Colucci, Rennella, Guana, Moras (C), Vidal, Pirlo, Matri (J)

MILAN – GENOA 1-0 (85′ Boateng)

Allo stadio “San Siro” la prima emozione arriva al 4′ con Muntari, che da ottima posizione calcia sull’esterno della rete. All’8′ veementi proteste in area rossonera con Nesta, che in scivolata devia di mano un tiro di Kucka. L’arbitro Gervasoni però, nonostante le proteste genoane, lascia proseguire e non assegna il penalty. Al 16′ ancora pericolo per il Milan con Kucka, che da fuori ci prova ma non inquadra lo specchio della porta. Al 22′ bella giocata di Nocerino per Ibrahimovic, che viene anticipato di un soffio dal perfetto intervento di Sculli. Al 30′ grandioso intervento di Granqvist, che in area di rigore si immola per anticipare Ibrahimovic. Dalla mezzora in poi non succede più niente, con il Genoa che si difende con ordine e con il Milan, che fatica clamorosamente a macinare gioco ed occasioni da gol.

Ad inizio ripresa Allegri decide di scuotere i suoi gettando nella mischia Cassano e Boateng per El Shaarawy e Van Bommel. Al 50′ occasionissima per Ibrahimovic, che ci prova con una sassata che viene deviata da uno strepitoso Frey. Al 60′ prima magia di Cassano di Boateng, che al momento della conclusione viene contratto da Biondini. Un minuto e ci prova Emanuelson per i rossoneri, ma il tiro dell’olandese si perde di poco sul fondo. Al 65′ il Genoa si riaffaccia in avanti con Jankovic, che da fuori chiama Abbiati ad un facile intervento. Al 71′ i liguri rimangono in dieci per l’espulsione di Jankovic, che si becca il secondo giallo per un intervento in scivolata ai danni di Abate. Con l’uomo in più i rossoneri cercano di spingere e al 73′ vanno vicini alla rete con Yepes, che si vede respingere il suo tiro a botta sicura da Frey. L’eventuale rete del colombiano sarebbe comunque stata annullata per un fuorigioco netto di Muntari. Al 76′ Cassano va vicinissimo al vantaggio con uno splendido destro a giro dal limite, che esce veramente di un soffio. All’85′ gli sforzi dei rossoneri vengono finalmente ripagati. Emanuelson guadagna il fondo sulla sinistra e pennella un pallone rasoterra che arriva sui piedi di Boateng. Il ghanese, a tu per tu con Frey, controlla col mancino e con un destro chirurgico infila il pallone alle spalle del portiere francese. La rete di Boateng, chiude il sipario sul match di “San Siro” con il Milan, che nonostante tanta tanta fatica è ancora lì ad aspettare un passo falso della Juventus.

TABELLINO
MILAN (4-3-1-2):
Abbiati; Abate, Nesta, Yepes, Antonini (81′ Maxi); Nocerino, Van Bommel (50′ Boateng), Muntari; Emanuelson; Ibrahimovic, El Shaarawy (50′ Cassano). All: Allegri.
GENOA (4-1-4-1): Frey; Sculli (75′Alhassan), Granqvist, Kaladze, Moretti; Belluschi (81′ Veloso); Birsa (69′ Carvalho), Kucka, Biondini, Jankovic; Palacio. All: De Canio.
Arbitro: Gervasoni
Marcatori: Boateng 86′ (M)
Ammoniti: 20′ Abate (M), 44′ Yepes (M), 52′ Muntari (M), 60′ Jankovic (G), 83′ Moretti (G)
Espulsi: 72′ Jankovic (G) per doppia ammonizione

Commenti chiusi.