Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Europa League: finale in salsa spagnola. A Bucarest andrà in scena Athletic Bilbao-Atletico Madrid!

26 aprile 2012 1.065 views Nessun Commento

(a cura di Damiano Boccalini)
Dopo la cocente e deludente uscita di scena di entrambe le spagnole nelle semifinali di Champions League (Real Madrid e Barcellona), il calcio spagnolo può consolarsi con l’Europa League, che in finale manderà in scena un match tutto a tinte iberiche. A contendersi infatti l’ambito trofeo saranno l’Athletic Bilbao del “Loco” Marcelo Bielsa, e l’Atletico Madrid del “Cholo” Simeone. I rojiblancos agguantano la finale battendo per 3-1 l’ostico Sporting Lisbona grazie ad una rete decisiva siglata da Llorente (foto) a due minuti dalla fine che ha evitato alle due squadre i supplementari. In precedenza erano andati a segno Susaeta e Gomez per l’Athletic e Van Wolfswinkel per i lusitani. Nell’altra semifinale i colchoneros passano al “Mestalla” contro il Valencia, grazie ad Adrian, che al 60′ centra la rete che regala un posto in finale ai Simeone-boys.

ATHLETIC BILBAO – SPORTING LISBONA 3-1 (17′ Susaeta (A), 44′ Van Wolfswinkel (S), 45′ Gomez (A), 88′ Llorente (A))

Allo stadio “San Mames” gli uomini di Bielsa partono forte e dopo 17′ trovano subito il vantaggio. Muniain dalla destra pennella in area per Llorente, che col petto fa da sponda per l’accorrente Susaeta. Il centrocampista non ci pensa due volte e con un sinistro schiacciato batte l’incolpevole Rui Patricio. Lo Sporting reagisce e al 20′ va vicino al pari con Pereirinha, che da solo sul secono palo non riesce ad insaccare un gran cross di Capel. Al 40′ Athletic vicina al raddoppio con Ibai Gomez, che praticamente dimenticato in area di rigore non riesce ad impattare un cross teso di Iraola. Al 44′ lo Sporting centra la rete del pareggio con Van Wolfswinkel, che aggancia un tiro da lontano di Xandao e col mancino fulmina Iraizoz. Neanche il tempo di esultare, che al 45′ l’Athletic trova il nuovo vantaggio. Assist magistrale ancora di Llorente, per Gomez, che col mancino beffa Rui Patricio in uscita. Nella ripresa le due squadre partono fortissimo con due pali per parte (Javi Martinez per gli spagnoli, Insua per i portoghesi) ma col passare dei minuti calano comprensibilmente i ritmi anche a causa della stanchezza delle due squadre. Nel finale, proprio quando i supplementari sembrano ormai dietro l’angolo, all’88′ arriva la zampata del solito Fernando Llorente. Ibai Gomez lavora un pallone dalla sinistra e pennella un cross sul primo palo dove Llorente è abilissimo ad anticipare Polga e a piazzare il pallone alle spalle di Rui Patricio. La rete del bomber rojiblanco fa calare il sipario sul match, che si chiude con la festa del “San Mames” e le lacrime (ovviamente di gioia) di un immenso Fernando Llorente.

TABELLINO
ATHLETIC BILBAO (4-2-3-1): Iraizoz; Iraola, Javi Martinez, Amorebieta, Aurtenetxe; Ander Herrera (94′ Perez), Iturraspe; Susaeta, Muniain (90′ Ekiza), Gomez (93′ Toquero); Llorente
SPORTING LISBONA (4-2-3-1): Rui Patricio; Joao Pereira, Xandao, Polga, Insua; Fernandes (46′ Carriço), Schaars; Diego Capel, Martins (83′ Carrillo), Pereirinha (63′ Suarez J.); Van Wolfswinkel
ARBITRO: Martin Atkinson (Inghilterra)
RETI: 17′ Susaeta (AB), 44′ Van Wolfswinkel (SL), 45′+1′ Gomez (AB), 88′ Llorente (AB)
AMMONITI: Van Wolfswinkel, Carriço, Xandao (SL), Amorebieta, Gomez (AB)

VALENCIA – ATLETICO MADRID 0-1 (60′ Adrian)

Al “Mestalla” il match comincia su grandi ritmi, ma le uniche e vere occasioni degne di nota sono un tiro di Diego al 5′, bloccato facile da Diego Alves e una conclusione sempre da fuori di Turan, alta sopra la traversa. Al 20′ prima vera emozione dell’incontro con il portiere madrileno Courtois, che è bravo a dire di no prima a Feghouli e poi a Jonas. Al 31′ ancora occasione per il Valencia con Soldado, che in girata di testa non trova di poco lo specchio della porta. Al 39′ sempre e solo padroni di casa, questa volta con Canales, che dalla sinistra non riesce però a battere l’attento Courtois. Sul finale di primo tempo, l’Atletico Madrid si riaffaccia in avanti, ma Arda Turan al 43′ non riesce ad approfittare di un errore di Diego Alves. La ripresa, al contrario del primo tempo a larghi tratti valenciani, si apre con la rete che praticamente mette in ghiaccio la qualificazione dell’Atletico. Grande invenzione di Diego, che pesca Adrian. L’attaccante dei colchoneros non ci pensa due volte e con una gran botta al volo di destro infila il pallone alle spalle di Diego Alves. Al 76′ l’ex juventino Tiago perde la testa dopo una rissa che si scatena in seguito ad un calcio di rigore prima concesso e poi annullato giustamente in favore del Valencia. Nel parapiglia generale Tiago stupidamente colpisce al volto Soldado e si becca un cartellino rosso pesantissimo, che costerà al portoghese la finale di Bucarest. Gli ultimi dieci minuti si giocano solo per onor di cronaca, con le due squadre che si limitano ad amministrare il gioco e a non affondare il colpo. L’ultima emozione del match arriva al 92′ con Mathieu, che si vede respingere il suo tiro a botta sicura da un difensore madrileno.

TABELLINO
VALENCIA (4-2-3-1):
Diego Alves; Barragan, Ricardo Costa, Rami, Jordi Alba; Albelda, Parejo (68′ Tino Costa); Feghouli, Jonas (57′ Aduriz), Canales (58′ Mathieu); Soldado
ATLETICO MADRID (4-2-3-1):
Courtois; Juanfran, Godin, Miranda, Filipe Luis; Mario Suarez (46′ Gabi), Tiago; Turan (74′ Salvio), Diego (84′ Koke), Adrian Lopez; Falcao
ARBITRO:
Damir Skomina (Slovacchia)
RETI:
60′ Adrian Lopez (AM)
AMMONITI:
Courtois (AM), Jordi Alba, Soldado, Aduriz (V)
ESPULSI:
79′ Tiago (AM)

Commenti chiusi.