Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Featured

Le pagelle di Palermo-Catania: Miccoli una furia, Hernandez ed Ilicic non incidono. Quinto gol di Legrottaglie

28 aprile 2012 1.255 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Sempre e solo Fabrizio Miccoli. Il Palermo è lui, chi altri se no? Non certo un Ilicic lontano parente del fuoriclasse ammirato un anno fa, o Abel Hernandez, ancora molto discontinuo. Il centrocampo rosanero è generoso ma costruisce poco. Donati dovrebbe e potrebbe fare di più. Dietro bene i centrali: Silvestre granitico, Migliaccio (svagato nel primo tempo) si riprende nel finale. Catania disinvolto in avvio, stanco col passare dei minuti. Piacciono Gomez e Barrientos per qualità e continutà, Lodi e Almiron non tradiscono le attese. Da sottolineare anche la buona prestazione di Spolli (una roccia) e Legrottaglie (quinta rete stagionale).

PAGELLE PALERMO

EMILIANO VIVIANO 6,5
Piuttosto attento, compie almeno un paio di interventi importanti.

EZEQUIEL MUNOZ 6
Da terzino fa meno figuracce, anche se deve controllare un cliente scomodo come Gomez. Alcuni recuperi di buona qualità.

MATIAS SILVESTRE 6,5
E’ il miglior rosanero del primo tempo. Sempre attento e preciso nelle chiusure.

GIULIO MIGLIACCIO 6
Torna a fare il centrale di difesa. Svagatissimo, quasi “intontito” fino alla mezzora finale. Poi reagisce e le prende tutte lui. Di testa in particolare.

ANDREA MANTOVANI 5,5
Non è lesto nel chiudere su Barrientos in occasione del primo gol. Si propone pochissimo sul versante mancino.

EDGAR BARRETO 6
Poco gli si può rimproverare sul piano della corsa e del sacrificio. Non sempre lucido palla al piede.

MASSIMO DONATI 5,5
Regia troppo lenta. Quasi imbalsamato nella prima parte di gara, cresce un po’ nel proseguo. Ma dovrebbe dare e fare di più.

NICOLAS BERTOLO 6,5
Partecipa al naufragio iniziale per poi reagire bene. Strappa il pallone a Izco avviando l’azione dell’1-1 di Miccoli (dall’88′ AFRIYIE ACQUAH S.V.)

JOSIP ILICIC 5,5
Staziona nella trequarti con movenze da bradipo. Non è agile come ai bei tempi e per i difensori del Catania è quasi un gioco da ragazzi neutralizzarlo (dall’85′ ERAN ZAHAVI S.V.).

ABEL HERNANDEZ 5,5
Compie continui scatti a vuoto, finendo imbottigliato tra Spolli e Marchese. Quando trova spazio per calciare, lo fa male. Un sinistro a giro sballato e una rovesciata di un soffio sul fondo (dall’82′ IGOR BUDAN S.V.).

FABRIZIO MICCOLI 7
Una furia. Gioca quasi da solo, mettendoci anima e cuore. Segna il gol del pareggio (col gentile aiuto di Carrizo) ed è sempre temibile quando punta l’uomo.

ALL. BORTOLO MUTTI 5
Non riesce a trasmettere la giusta carica ai suoi. Palermo troppo lento e prevedibile, meglio solo (in parte) nel secondo tempo. Bisogna guardarsi indietro, e con un pizzico di paura anche.

PAGELLE CATANIA

JUAN PABLO CARRIZO 5
Regala il gol a Miccoli e rovina il pomeriggio del Catania. Così non va.

MARCO MOTTA 6
Va subito vicino al gol di testa, poi limita gli inserimenti offensivi e pensa a coprire.

NICOLA LEGROTTAGLIE 6,5
Bomber conclamato, segna un altro gol importante (il quinto). Non “acciuffa” Miccoli in occasione dell’1-1.

NICOLAS SPOLLI 6,5
Una roccia. Non lo freghi mai, sul senso della posizione è quasi imbattibile. Hernandez ne sa qualcosa.

GIOVANNI MARCHESE 6
Costituisce un ottimo asse difensivo con Spolli. Copre bene gli spazi e riparte.

MARIANO IZCO 5,5
Solita gara di sostanza, rovinata dall’errore che porta al gol di Miccoli.

FRANCESCO LODI 6,5
Regia di ottima qualità, coordinata dal suo sapiente piede sinistro.

SERGIO ALMIRON 6
Ha muscoli, rapidità e potenza. Pilastro della mediana (dal 67′ FELIPE SEYMOUR 6 – Fa il suo nella fase conclusiva dell’incontro).

PABLO BARRIENTOS 6,5
Illumina il primo tempo con giocate d’alta qualità e l’assist per il gol di Legrottaglie. Stanchissimo nella ripresa (dal 75′ CRISTIAN LLAMA S.V. – Appena tre minuti e si stira. Dal 78′ ANDREA CATELLANI S.V.).

GONZALO BERGESSIO 6
Prima punta mobilissima spazia molto cercando di creare varchi per i compagni. Lavoro utile, ma quando va al tiro dovrebbe centrare il bersaglio. Cosa che non sempre gli riesce.

ALEJANDRO GOMEZ 7
Inarrestabile. Corsa continua, numeri, idee, polmoni. Dal suo piede nasce l’azione dell’1-0, le sue iniziative sono un incubo per i difensori del Palermo.

ALL. VINCENZO MONTELLA 6,5
Gran bel Catania nei primi 45′. Un piccolo Barcellona calato sul prato del “Barbera”. La stanchezza ha fatto la differenza, e l’Europa si allontana. Ma il pareggio è comunque un risultato da non buttare.

Commenti chiusi.