Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Serie A, Cesena-Roma 2-3: Luis Enrique chiude vincendo, giallorossi al 7° posto

13 maggio 2012 1.363 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) La Roma chiude il suo mediocre campionato vincendo per 3-2 sul campo del Cesena. Gara piuttosto movimentata e divertente, aperta dal gol bianconero di Del Nero al 9′. La rimonta ospite si concretizza con Bojan al 27′ e Lamela al 32′, in apertura di ripresa (49′) terzo sigillo di De Rossi. Nel finale, rete dell’orgoglio romagnolo con Santana (90′). I giallorossi si assicurano il 7° posto in classifica, il Cesena saluta la Serie A da fanalino di coda.

Luis Enrique opta per il 4-3-3 con Rosi e José Angel terzini, Marquinho in mezzo al campo assieme a De Rossi e Pjanic e tridente offensivo composto da Lamela, Totti e Bojan. Nel Cesena, Beretta si affida al 3-4-2-1: Del Nero e Santana agiscono a supporto dell’unica punta Rennella. Il primo lampo è firmato Totti al 7′: strepitoso sinistro deviato in corner da Ravaglia. Due minuti dopo arriva il gol…del Cesena. Santana si beve Kjaer, sfonda in area e serve Del Nero: conclusione precisa e potente, nulla da fare per Lobont. Un contrasto con Rosi mette fuorigioco Lauro, al suo posto al 21′ entra Djokovic. Alla Roma basta premere il piede sull’acceleratore per devastare la difesa bianconera. Al 27′ Lamela scodella da sinistra, Bojan (solissimo) di testa in tuffo batte Ravaglia. Al 32′ magico assist di Totti per il Coco, che dal limite dell’area sfodera un bolide mancino sotto l’incrocio. E’ 1-2. Le ultime emozioni del primo tempo al 39′ (bomba di Bojan, traversa scheggiata) e al 44′ (sassata di Parolo sul fondo).

Si riparte nella ripresa con Cassetti (alla sua ultima apparizione in giallorosso) al posto di Simon Kjaer. Santana impegna subito Lobont in corner (46′) ma è De Rossi a trovare il 3-1. Scambio Bojan-Marquinho in area, traversone perfetto del brasiliano e stacco vincente di Danielino. C’è spazio anche per Perrotta e Greco (fuori Marquinho e Pjanic), nel Cesena entrano Filippi e Arrigoni in luogo di Ceccarelli e Del Nero. Francesco Totti va a caccia del gol numero 216 in Serie A, trovando due volte un grande Ravaglia in opposizione. Sfiorano il poker anche Greco e Bojan. Al 90′ ottima giocata di Santana in area e destro perfetto sotto l’incrocio dei pali. Due minuti di recupero non bastano al Cesena per pareggiare. Vince la Roma, Luis Enrique dice addio, Baldini e Sabatini iniziano a progettare la seconda rivoluzione.

PAGELLE CESENA

RAVAGLIA 6 – Nega più volte il gol a Totti con parate d’autore.
VON BERGEN 5,5 – Commette qualche leggerezza di troppo.
MORAS 6 – Il più reattivo del reparto arretrato.
RODRIGUEZ 5,5 – Buon fisico, a volte scomposto negli interventi.
CECCARELLI 5,5 – Non il massimo dietro, offende poco (dal 57′ FILIPPI 6 – Discreta sgambatura).
GUANA 6 – Ci mette sempre fisico, corsa e sostanza. Non molla.
PAROLO 5,5 – Trotterella senza incidere.
LAURO S.V. – Uno scontro con Rosi lo mette ko dopo venti minuti (dal 21′ DJOKOVIC 6 – Buona personalità).
DEL NERO 6,5 – Da buon ex laziale gioca con grinta e segna un bel gol (dal 70′ ARRIGONI S.V.).
SANTANA 6,5 – Tante iniziative di qualità. Realizza l’ultima rete del Cesena in A.
RENNELLA 5,5 – Arriva poco al tiro, con scarsa lucidità.
ALL. BERETTA 5,5 – Si chiude un’avventura pessima sul piano dei risultati. Stagione da dimenticare.

PAGELLE ROMA

LOBONT 6 – Incassa due gol senza grandi responsabilità.
ROSI 6 – Si fa vedere con continuità lungo il versante destro.
KJAER 5 – Fa scappare Santana nell’azione dell’1-0 del Cesena (dal 46′ CASSETTI 6 – Gioca senza sbavatura. Saluta dopo sei anni la maglia giallorossa).
HEINZE 6 – Attento, tignoso e concentrato. Unica sbavatura sul gol di Santana.
JOSE’ ANGEL 5 – Goffo e pasticcione come al solito. Sbaglia anche l’ultima partita.
PJANIC 6 – Buone cose nel primo tempo sul piano tecnico. Cala nella ripresa ed esce (dal 69′ GRECO 5,5 – Sbaglia un gol che grida vendetta).
DE ROSSI 6 – Resta dietro a coadiuvare la difesa. Si sgancia una sola volta e segna di testa.
MARQUINHO 6 – In ombra nei primi 45′. Regala a De Rossi l’assist del 3-1 (dal 53′ PERROTTA 6 – Si diverte, cercando anche il gol dalla distanza).
LAMELA 7 – Il servizio a Bojan per l’1-0 ed il meraviglioso gol del raddoppio.
TOTTI 6,5 – Continui tocchi che illuminano il gioco. Cerca la firma personale ma Ravaglia è insuperabile.
BOJAN 7  – Motivato e ispirato. Tanti spunti di qualità e una gran bella rete di testa.
ALL. LUIS ENRIQUE 5 – Se ne va vincendo sul campo, perdendo fuori. Da buon “guerriero” (come ama definirsi) avrebbe dovuto dar seguito al progetto Roma, cercando il riscatto nella prossima stagione. Invece ha detto addio, ha mollato. E forse non è un male per nessuno.

Commenti chiusi.