Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Amichevole, Italia-Russia 0-3: pessima figura degli azzurri, e tra otto giorni c’è la Spagna…

1 giugno 2012 945 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) Pesante capitombolo dell’Italia di Cesare Prandelli nell’ultimo test prima dell’inizio ufficiale degli Europei 2012 in Polonia e Ucraina. Gli azzurri perdono per 3-0 al Letzigrund di Zurigo contro la Russia di Dick Advocaat. Primo tempo in equilibrio, ripresa segnata dai pasticci difensivi dei nostri: vanno a segno Kerzhakov (60′) e Shirokov (doppietta al 75′ e all’89′). Non particolarmente brillanti le punte, Balotelli e Cassano in primis.

In avvio Prandelli se la gioca con il 4-3-1-2. C’è Maggio nel ruolo di terzino destro, Balzaretti sull’out opposto con Barzagli e Bonucci centrali. Il centrocampo è quello delle meraviglie: De Rossi-Pirlo-Marchisio. Sulla trequarti spazio a Montolivo, a supporto di Cassano e Balotelli. La Russia risponde con una sorta di albero di natale. La punta centrale è Kerzhakov, assistito da Dzagoev e Arshavin. La prima grande chance del match, al 4′, è  di marca azzurra. Splendido invito di Cassano in area per De Rossi, botta al volo del romanista e palla fuori di un soffio. Al 7′ verticalizzazione perfetta di Pirlo per Balotelli: stop, bolide e strepitoso miracolo del portiere Malafeev. La Russia c’è e si fa notare al 9′ con una staffilata di Kerzhakov che coglie il palo esterno. L’Italia sembra spegnersi dopo un incoraggiante avvio, i nostri avversari riescono a penetrare con maggior facilità in area di rigore. Le migliori opportunità capitano sui piedi di Shirokov (24′) e Zyryanov (29′ e 31′). La mira dei centrocampisti di Dick Advocaat si rivela totalmente sballata.

I due ct cambiano portieri: Akinfeev entra al posto di Malafeev, De Sanctis sostituisce Buffon. La ripresa sembra iniziare in modo promettente, un po’ come il primo tempo. L’Italia parte all’assalto e sfiora il gol in tre occasioni. Al 51′ gran controllo di Cassano in area e conclusione volante (sballata), un minuto più tardi Marchisio scatta in posizione regolare ma, a tu per tu con Akinfeev, non riesce ad avere la giusta freddezza per segnare, consegnando la sfera tra le braccia del portiere. Al 59′ Pirlo, da ottima posizione, spreca calciando sul fondo. La sfuriata azzurra si esaurisce e la Russia ne approfitta. Al 60′ traversone basso di Arshavin da destra, la difesa italiana papereggia e per Kerzhakov è un gioco da ragazzi controllare e trafiggere De Sanctis. Prandelli varia un po’ di pedine, passa al 4-3-3 inserendo Giovinco e Di Natale vicino a Balotelli. Ma inizia l’incubo. Dietro si imbarca acqua continuamente, al 75′ Maggio e De Sanctis non s’intendono in piena area, il portiere rinvia male sui piedi di Shirokov che a porta vuota deposita in rete. Non è finita: all’89′ altro cross dalla destra di Arshavin, Maggio sbaglia il controllo e Shirokov (di nuovo lui!) beffa De Sanctis per la terza volta. E’ uno schiaffo pesante, occorre reagire. Tra otto giorni c’è l’esordio europeo contro la Spagna campione d’Europa e del mondo.

Tabellino
ITALIA (4-3-1-2): Buffon 6 (46′ De Sanctis 4); Maggio 4, Barzagli 5,5, Bonucci, 5 Balzaretti 5,5 (53′ Ogbonna 6); De Rossi 6 (61′ Nocerino 5,5), Pirlo 6 (68′ Giovinco 5,5), Marchisio 5,5; Montolivo 5 (61′ Thiago Motta 5,5); Balotelli 5,5, Cassano 5,5 (68′ Di Natale 5,5). All.: Prandelli 5
RUSSIA (4-3-2-1): Malafeev 7 (46′ Akinfeev 6); Nababkin 6, Berezutsky 6, Ignashevich 6, Zhirkov 6,5 (87′ Kombarov sv); Zyryanov 6, Denisov 6, Shirokov 7; Dzagoev 6,5 (85′ Kokorin sv) , Arshavin 6,5; Kerzhakov 6,5 (63′ Pavlyuchenko 6). All.: Advocaat 6,5
Reti: 60′ Kerzhakov, 75′ e 89′ Shirokov
Arbitro: Haenni
Ammoniti: Balotelli (I), Arshavin (R)

Commenti chiusi.