Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Headline

Serie A: La Roma affonda l’Inter, non tradiscono Napoli e Lazio, Juventus sul velluto a Udine, vittorie anche per Catania, Samp e Parma, Atalanta e Cagliari l’unico x della domenica

2 settembre 2012 1.437 views Nessun Commento
(di Antonio Cupparo) Grazie ad un Totti che sembrava dieci anni più giovane la Roma sbanca San Siro. Nel successo di una Roma quasi perfetta sul campo dell’Inter c’è soprattutto la firma del “Pupone”, che inventa gli assist per i gol di Florenzi e Osvaldo rendendo  inutile la prima rete in maglia nerazzurra di Antonio Cassano. Poi Marquinho ha fatto il 3-1 nel finale chiudendo i conti. Anche la Lazio ha sorriso: all’Olimpico è stato super Klose protagonista con una doppietta, insieme al gol di Candreva, reti che sono valse il 3-0 su un Palermo in grande difficoltà sopratutto in fase difensiva. Bene anche il Napoli, che ha battuto 2-1 la Fiorentina su un terreno di gioco davvero indecente. La Sampdoria ha superato con lo stesso risultato il Siena di Cosmi. Spettacolare 3-2 quello firmato dal Catania sul Genoa, mentre al Tardini molto facile la vittoria del Parma in casa sul Chievo,  infine hanno pareggiato per 1-1 Atalanta e Cagliari. Nel pomeriggio prepotente 4-1 della Juventus contro l’Udinese.
La mano di Zeman si è vista subito in quel di San Siro nel primo test vero contro una grande. I giallorossi hanno dominato fin dal primo quarto d’ora quando sono passati a condurre con Alessandro Florenzi, che nonostante non sia altissimo è sbucato solissimo in area e ha colpito di testa su delizioso cross di Totti mandando la sfera in diagonale alla sinistra di Castellazzi. Ha risposto Cassano al 46′ del primo tempo: il suo primo gol in nerazzurro è stato si ben costruito ma abbastanza fortunato visto che la deviazione di tacco di Burdisso ha fatto in modo che il tiro del barese scavalchi Stekelenburg, sbattendo sul palo e infilarsi in fondo al sacco. Nel secondo tempo la Roma ha spinto tutto sull’accelleratore, ma Osvaldo ha sparato in curva su bell’invito di Tachtsidis. L’ex Espanyol poco dopoo si è rifà subito e ha insaccato al 67′ con un meraviglioso cucchiaio su ennesimo pregevole assist di Totti. Marquinho (entrato per l’infortunato De Rossi nel primo tempo) ha chiuso i conti all’80′ da posizione defilata con un sinistro potente non senza qualche colpa di Castellazzi indeciso nel tempo di uscita. C’è stato decisamente meno spettacolo al San Paolo, anche e soprattutto a causa di un campo che andava bene giusto per il beach soccer. I padroni di casa sono riusciti comunque ad avere la meglio grazie all’autorete sfortunata di Borja Valero al 55′ e al bolide di sinistro di Dzemaili al 75′. Di Jovetic all’86′ la rete inutile per i viola.
I campioni d’Italia della Juventus sono usciti vittoriosi dal Friuli contro un Udinese ancora scotta dall’eliminazione dagli eliminari di Champions: 4-1 con reti di Vidal, Vucinic e doppietta di Giovinco finalmente protagonista con la maglia bianconera. I padroni di casa (gol di Lazzari) hanno contestano il rosso al portiere serbo Brkic facendo inutilmente capire all’arbitro che il fallo che ha portato al penalty era commesso da Danilo. All’Olimpico di Roma ancora una vittoria convincente della Lazio, questa volta ancora di più se guardiamo sia il punteggio (3-0) sia la mole di gioco espressa: Klose che era in dubbio alla vigilia, ha firmato una doppietta con due gol da grande attaccante (il secondo una perla assoluta), da applausi la rete di Candreva che con un destro potentissimo dai 30 metri ha messo la sfera sotto il sette. Il Palermo , alla seconda sconfitta consecutiva, ha mostrato parecchi limiti sopratutto in difesa. Seconda vittoria anche per la Samp che ha battuto 2-1 il Siena: Maxi Lopez ha segnato la prima rete in maglia blucerchiata, con una bella girata rasoterra in scadere di primo tempo. Nella ripresa ha pareggiato Vergassola al 63′, dopo il palo di Calaiò su rigore procurato da Gastaldello, con quest’ultimo che ha riportato subito i suoi avanti, al 68′ di testa finalizzando una bella iniziativa di Obiang.  E’ finita 1-1 tra Atalanta e Cagliari, con protagonista assoluto Andrea Consigli: il portiere atalantino al 20′ ha parato alla grande un rigore di Larrivey e al 28′ si è ripetuto su quello, molto più centrale, di Daniele Conti. La squadra di Colantuono, dopo un’ora in inferiorità numerica, è passata con Denis, ma ha  poi subito il pareggio di Ekdal in mischia allo scadere.  Al Massimino di Catania spettacolare 3-2 per gli etnei contro il Genoa che era andato in vantaggio al 26′ con Kucka, che ha raccolto nell’area piccola uno splendido suggerimento rasoterra di Immobile. Ma nella ripresa è si è scatenato Bergessio, che in due minuti al 65′ e al 67′ ha ribaltato il risultato. Poi Jankovic ha pareggiato all’81′ dalla distanza. Quando sembrava finita, è stato Lodi a regalare la vittoria ai siciliani, con una delle sue punizioni di sinistro. Il Parma, che dopo la prima sconfitta nella prima giornata contro la Juve, si è rimessa in corsa battendo con secco 2-0 il Chievo. Hanno deciso il francese Belfodil (primo gol in Italia ndr) per lui colpo di testa all’incrocio su invito dalla sinistra di Galloppa. Rosi all’86′ ha chiuso i conti.

Commenti chiusi.