Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Stagione nuova, poteri vecchi !

18 settembre 2013 1.015 views Nessun Commento

(A cura di Stefano Pieralli ) Non è bello far polemica, è logorante e non dovrebbe essere presente nel calcio ma, purtroppo, e’ parte integrante della nostri cultura sportiva. È ancora fresco il ricordo di com’ è  finita la scorsa stagione, dei dubbi e le furbate commesse (non solo dagli arbitri), e l’ inizio di questo campionato non fa presagire un cambiamento di tendenza che sarebbe quantomai necessario. È un dato di fatto che negli ultimi decenni il calcio sia diventato un business colossale, e raggiungere le prime posizioni non è solo per prestigio sportivo, ma soprattutto un risultato economico vitale. Questa voglia di spartirsi una torta sempre più grande ha tirato fuori il peggio del costume italico, in riferimento a dirigenti, addetti ai lavori e poteri forti. Ma parliamo di alcuni fatti.
È logico e spontaneo che qualcuno si domandi come mai ad una certa squadra non fischiano un rigore a favore al 90º mentre ad altre lo fischiano (giustamente) sullo stesso tipo di fallo. Come mai vengono espulsi dei giocatori che dicono certe cose non propriamente offensive all’ arbitro, diciamo trascurabili, mentre altri giocatori di altri club inveiscono platealmente in continuazione senza subire lo stesso trattamento ? Tutto questo fa pensare, perché non succede una volta a campionato, ma continuamente e sempre a favore delle solite note, le quali sembrano non usare soltanto mezzi tecnici per primeggiare. È doloroso dire questo, ma i fatti ripetutamente visti, stanno confermando tutto, settimana dopo settimana. Speriamo vivamente in un’ inversione di tendenza, in un equilibrio giusto e uniforme, in una giustizia maggiore anche nel calcio.

Commenti chiusi.