Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale, Calciomercato, Featured

La TOP 10 europea dei migliori colpi di mercato dell’estate 2011

2 settembre 2011 14.206 views 2 Commenti

(A cura di Francesco Vitale) Una volta terminato il calciomercato è sempre tempo di bilanci per capire chi si è rinforzato a dovere in fase di campagna acquisti. Il dato incredibile che va assolutamente sottolineato,  è che i migliori colpi in giro per l’Europa non vedono protagonista nessuna squadra di Serie A. Un ulteriore brutto colpo per il nostro calcio, che dopo essere stato scavalcato nel Racking Uefa dalla Germania perdendo un posto in Champions League, non riesce neanche più ad essere incisivo e influente sul mercato come una volta. Questa estate hanno lasciato la penisola Alexis Sanchez, Javier Pastore e Samuel Eto’o, giocatori inseriti in questa speciale classica di Magic Football inerente ai migliori 10 colpi di calciomercato in giro per l’Europa.

10 Nuri Sahin : E’ stato il pezzo pregiato del calciomercato del Real Madrid. Il forte regista turco campione e protagonista assoluto nell’ultima Bundesliga con il Borussia Dortmund, è approdato ai blancos attraverso “soli” 10 milioni di euro. A facilitare questa operazione, il fatto che il giocatore sarebbe andato in scadenza con i gialloneri della Ruhr nel giugno del 2012. Un acquisto intelligente, che darà a Mourinho un’alternativa di primo livello a Mesut Ozil, visti soprattutto i molteplici impegni delle Merengues su più fronti. In questo momento l’asso della Nazionale turca è alle prese con una distorsione al ginocchio rimediata nella fase di precampionato nel tour del Real Madrid negli Stati Uniti.

9 Juan Manuel Mata : Prodotto della cantera del Real Madrid messosi in luce nelle ultime quattro stagioni con buon profitto nel Valencia. Questo è Juan Manuel Mata, nuovo esterno mancino di centrocampo del Chelsea, dotato di una buona corsa e bravissimo nel raddoppio, nella triangolazione e nella verticalizzazione. Nei Blues ci è arrivato per ben 27 milioni di euro e sarà l’erede naturale di Florent Malouda, prima messo sul mercato ed ora relegato a riserva di lusso nell’undici titolare di Andrè Villas Boas. Rispetto al francese, l’esterno campione del mondo con la Nazionale spagnola, è però diverso sul piano della struttura fisica e sull’aspetto della duttilità in campo.

8 Romelu Lukaku : Il giovanissimo talento belga classe 93′ è il prototipo del centravanti moderno. Ancora protagonista in questo caso il Chelsea, che con un assegno da 22 mln di euro lo strappa all’Anderlecht e alla folta concorrenza dei maggiori TOP TEAM europei che erano pronti ad accaparrarselo. Dotato di un fisico straordinario (1,91 x 97 kg) ha segnato goal a grappoli sin dai suoi esordi nella Jupiler League belga, da grande opportunista d’area di rigore. E’ dotato di un tiro di sinistro letale abbinato ad un grandioso colpo di testa. Nell’ultimo biennio ha fatto parlare di se anche in vari match di Europa League, il futuro e la carta di identità sono dalla sua parte.


7 Samir Nasri : Dopo un lunghissimo ed estenuante tormentone estivo è arrivato al Manchester City dall’Arsenal. Un affare concluso sulla base di 25 mln di sterline, che ha consegnato a Roberto Mancini una pedina senza dubbio di qualità e intercambiabile in vari ruoli. Nasri, che può giocare infatti indistintamente da regista o da trequartista, dopo la consacrazione nei Gunners cerca invece con la maglia dei Citizens (come peraltro da lui dichiarato ndr) gli importanti trofei che finora sono mancati nella sua comunque giovane carriera.

6 Alexis Sanchez : Dopo essere stato l’artefice principale della qualificazione dell’Udinese ai preliminari di Champions League (poi persi con l’Arsenal ndr), arriva al Barcellona per una cifra vicina ai 26 mln di euro, destinati ad aumentare con l’aggiunta di altri 11,5. Cifra quest’ulima legata alle presenze del giocatore e agli obiettivi raggiunti dalla squadra, che non c’è alcun dubbio che saranno di primissimo ordine. I campioni d’Europa in carica, hanno già infatti trionfato a Montecarlo nella finale di Supercoppa Europea contro il Porto (2-0 ndr), ed il Niño Maravilla ha giocato parte della ripresa entrando al posto di David Villa. Il talento cileno, espressamente voluto da Pep Guardiola, nell’arco di questa stagione  è previsto che si giocherà a più riprese una maglia da titolare con Pedro nel tridente offensivo dei blaugrana.


5 Radamel Falcao : Il 2011 è stato l’anno della definitiva consacrazione per il forte attaccante colombiano. Dopo aver vinto tutto quello che c’era da vincere con il Porto guidato da Andrè Villas Boas, ha scelto la ribalta della Liga spagnola accasandosi all’Atletico Madrid. Per il giocatore è stata a dir poco determinante la vittoria in Europa League con la maglia dei Dragões, con cui è stato protagonista assoluto segnando la bellezza di ben 18 reti. In quella competizione se lo ricorda molto bene il Villareal, annientato nella semifinale di andata (5-1 per il Porto ndr) grazie ad una sua quaterna. C’è chi dice, che forse però i 40 mln spesi dai Colchoneros sono una cifra troppo elevata; chi lo sa ? Sarà solo il campo a parlare e a dire se Falcao sarà anche nella Liga quell’incredibile cecchino d’area di rigore quasi sempre letale sul filo del fuorigioco.

4 Javier Pastore : Dopo essere stato accostato prima all’Inter, poi al Milan e per un certo periodo anche alla Roma, il giovane talento argentino se ne va a sorpresa a giocare in Francia nella Ligue 1 . L’ex bambino prodigio dell’Huracan, ha deciso infatti di sposare il nuovo progetto del Paris Saint Germain, finito da qualche mese in mano Tamim Al Thani, erede al trono dell’emirato del Qatar che come ben si sa non ha problemi a mettere mano al portafoglio. Quello del trequartista argentino, arrivato nella metropoli parigina per ben 43 mln di euro,  è infatti solo uno dei primi colpi ad affetto che l’emiro ha compiuto per rendere grande come non mai il PSG.

3 Samuel Eto’o : E senza ombra di dubbio il colpo più clamoroso di tutta quanta l’estate 2011. Se Eto’o avesse avuto anche cinque anni in meno, lo avremmo tranquillamente potuto mettere al primo posto di questa speciale graduatoria. L’ Anzhi Makhachkala, nuova realtà del calcio russo nelle mani dell’oligarca Suleiman Kerimov lo acquista dall’Inter per 25 mln, facendolo diventare il giocatore più pagato di sempre nella storia del calcio. Il forte bomber camerunense, guadagnerà infatti nel suo  triennio in terra russa la bellezza di 60 mln di euro. Cifre da capogiro che avrebbero obiettivamente fatto vacillare chiunque, a maggior ragione un giocatore che ad appena 30 anni ha praticamente  stravinto tutto quello che era possibile portarsi a casa.


2 Sergio Aguero : L’estate del genero di Diego Armando Maradona,  almeno sui giornali iberici ed italiani è stata a dir poco movimentata. Prima promesso sposo del Real Madrid, poi sogno di mezza estate della Juventus“El Kun” alla fine ha firmato per il Manchester City. L’attaccante della Nazionale argentina, approda in forza agli Sky Blues per la cifra record di 45 mln di euro. Un acquisto sensazionale, che permetterà a Roberto Mancini di avere una batteria di attaccanti invidiabile per chiunque, con Aguero stesso, DzekoTevez Mario Balotelli. L’ex punta della Atletico Madrid non si è fatta pregare e già nella prima giornata di Premier League ha realizzato una doppietta contro il malcapitato Swansea.

1 Cesc Fabregas : Additato da molti per mesi come il famoso “Mister X” del Milan, il fortissimo playmaker spagnolo dal canto suo aveva già le idee chiare da tempo. Lasciare l’Arsenal per approdare al Barcellona era diventata la sua priorità assoluta da almeno un paio d’anni, ed alla fine con buona pace di Arsène Wenger e dei tifosi dei Gunners il tutto si è realizzato. Fabregas, torna quindi dopo numerosi anni alla casa madre, grazie ad un assegno da 34 mln più altri 6 di bonus. Il centrocampista catalano, lascia peraltro subito il segno; dopo l’esordio in Supercoppa di Spagna, arrivano anche quelli assoluti nella Supercoppa Europea e nella Liga, dove in questi ultimi due il tutto viene anche condito in entrambi i casi con un goal.


2 Commenti »

  • ugo dice:

    Concordo!!!

    Fabregas Kun Eto’o

    ;)

  • Stefano Pieralli dice:

    Concordo con questa graduatoria. Grande curiosità direi per Falcao che fino allo scorso anno non conoscevo molto e su Lukaku, visto brillare nell’ Anderlecht può trovare la consacrazione nel nuovo Chelsea di Villas Boas.