Home » Calcio Italiano / Calcio Internazionale

Serie A, Juventus-Inter 2-0: Caceres-Del Piero, la Signora ha ancora fame di scudetto

25 marzo 2012 1.363 views Nessun Commento

(di Alessio Nardo) La Juventus risponde alla grande al Milan di Ibrahimovic e batte per 2-0 l’Inter nel posticipo serale del 29° turno. Gara equilibrata per un tempo, decisa nella ripresa dai guizzi di Caceres e Del Piero. I bianconeri si mantengono a sole quattro lunghezze dal Diavolo capolista, Ranieri sprofonda all’ottavo posto in graduatoria.

Conte sostituisce lo squalificato Lichtsteiner con Caceres, al centro della difesa si piazzano Barzagli e Chiellini, De Ceglie va a sinistra. Confermati centrocampo (Vidal-Pirlo-Marchisio) e attacco (Pepe-Matri-Vucinic). Nell’Inter, Ranieri s’affida al 4-4-2: Milito e Forlan costituiscono il tandem offensivo. Poli fa coppia con Stankovic in mediana, Zanetti e Obi agiscono sugli esterni. La partenza dell’Inter è buona, ma la Juve risponde. I due portieri son subito protagonisti: al 14′ Buffon dice no al destro ravvicinato di Milito, al 17′ Julio Cesar s’oppone all’incornata di Alessandro Matri. I bianconeri sembrano carburare pian piano, Caceres sul versante destro ha spazio e avanza. Al 25′ perfetto servizio in area per Matri, l’ariete ex Cagliari spedisce la sfera alle stelle. Lo stadio si scalda, ma l’Inter è tutt’altro che alle corde. Negli ultimi quindici minuti, sono gli ospiti a sfiorare più volte il vantaggio. Al 29′ corner di Maicon, stacco sottomisura di Forlan e riflessi pronti di Buffon. Al 32′ Milito, lanciato in profondità, calcia due volte di destro: prima Buffon respinge, poi la mira è sballata. La squadra di Ranieri ci prova anche dalla distanza. Al 35′ grandissima conclusione mancina di Obi, il portierone azzurro s’oppone da fuoriclasse. Al 40′ rinvio sbagliato di Pepe e strepitoso bolide di Stankovic. Indovinate un po’? Ci pensa Buffon, di piede, a deviare in corner. Alla Juve manca la solita intensità, l’Inter va al riposo soddisfatta di quanto prodotto nei primi 45′.

Conte rivoluziona la squadra dopo appena otto minuti dall’inizio del secondo tempo. Entrano Bonucci e Del Piero al posto di Pepe e Matri, la Juve passa al 3-5-2 con Alex e Vucinic di punta. L’Inter spumeggiante è solo un ricordo, la Signora s’impadronisce del match. La svolta al 57′: gran destro di Marchisio dal limite, Julio Cesar si salva in corner. Dal seguente tiro dalla bandierina, Pirlo trova Caceres solissimo in area, stacco perfetto dell’uruguaiano e gol del vantaggio juventino. Ranieri risponde immediatamente al collega, inserendo Faraoni e Pazzini per Obi e Poli. L’Inter tenta il tutto per tutto con tre attaccanti puri, ma non basta. E’ solo Juve: al 70′ Vucinic, lanciato da Pirlo in posizione regolare, si divora un gol pazzesco, calciando sul corpo di Julio Cesar. Trascorre un minuto. Assist filtrante di Vidal per Del Piero, diagonale perfetto, 2-0 e Inter al tappeto. Non c’è più storia, non c’è più partita. L’ingresso di Quagliarella in luogo di Vucinic (74′) è il preludio al tris più volte sfiorato. Al 78′ Chiellini sfonda in area, serve il neoentrato a porta vuota ma Maicon è miracoloso nel salvataggio sulla linea. All’85′ è lo stesso Chiellini a provarci di testa, splendida risposta di Julio Cesar in corner. Nel finale, Quagliarella scatta sul filo del fuorigioco, ma giunto a due passi dal portiere nerazzurro si fa ipnotizzare. Poco importa, lo Juventus Stadium può impazzire di gioia al triplice fischio. La corsa scudetto non è ancora finita.

Commenti chiusi.